Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Polizia Municipale e sicurezza sul lavoro. Il sindacato CUB: "Basta turni in solitaria"

IL sindacato Cub del Comune di Verona ha presentato un'istanza al Comandante Luigi Altamura, per chiedere che nell'ambito dell'organizzazione dei servizi esterni venga sempre garantita la presenza di almeno due Agenti per pattuglia

Dopo i ripetuti episodi di aggressioni perpetrate ai danni degli operatori della Polizia Locale di cui le cronache nazionale hanno dato rilievo, il sindacato CUB del Comune di Verona, ha rivolto un'istanza al Comandante Luigi Altamura, affinchè nell'organizzazione del servizio esterni venga assicurata sempre una presenza minima di due operatori per pattuglia evitando l'impiego di singole unità nello svolgimento dei servizi d'istituto al fine di garantire le condizioni minime di sicurezza e incolumità personale.

Gli episodi saliti all'onore delle cronache non rappresentano casi eccezionali o sporadici in quanto quotidianamente gli agenti di polizia Locale si trovano a fronteggiare episodi di conflittualità sociale diffusa e di micro-criminalità. Circostanze queste che rendono quanto mai urgente un innalzamento dei livelli di guardia nello svolgimento dei servizi.

Tali vicende che interessano prioritariamente aspetti di "ordine e sicurezza pubblica", coinvolgono sempre più frequentemente gli addetti alla P.L., i quali peraltro rischiano a decorrere dal 01/01/16 di non percepire alcuna indennità per i servizi di ordine pubblico, a causa dei tagli alla spesa pubblica, come già avvenute in altre città del veneto.

Anche a Verona purtroppo è in uso organizzare i servizi di lavoro con pattuglie mono-operatore malgrado più volte sia stato evidenziato il rischio per gli agenti. Troppo spesso si preferisce utilizzare i lavoratori e le lavoratrici per qualunque situazione e moltiplicarne la presenza senza individuazione delle priorità d’intervento a discapito della loro sicurezza.

Operare per strada o in piazza in solitaria è un rischio certo e accertato. Alla luce di questi fatti il sindacato CUB, manterrà alto il livello di guardia e assumerà tutte le iniziative volte a scongiurare tali pericoli per la salvaguardia delle legittime istanze di agenti della P.L., massimamente nell'attuale contesto storico dove la P.L. di Verona versa in uno stato di agitazione che si trascina da oltre un anno e mezzo e l’effettuazione di ben 3 scioperi durante il 2015 senza che alcuna soluzione soddisfacente sia stata condivisa: “Voce di un uomo che grida nel deserto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia Municipale e sicurezza sul lavoro. Il sindacato CUB: "Basta turni in solitaria"

VeronaSera è in caricamento