Polizia e unità cinofile tornano all'Istituto Giorgi di Verona: trovata droga nei bagni

I controlli rientrano nell'ambito dell'operazione "Scuole sicure" che proseguirà fino all'estate

l'Istituto IPSIA "G. Giorgi" in via F. Rismondo a Verona

Continua incessante l’attività della polizia di Stato per la prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti all’interno, o nelle immediate vicinanze, degli istituti scolastici. A distanza di circa due mesi dal precedente intervento, nella mattinata di venerdì 5 aprile gli uomini delle volanti e della squadra mobile della questura scaligera, coadiuvati da equipaggi di rinforzo del reparto prevenzione crimine "Veneto", hanno effettuato un servizio mirato presso l’Istituto IPSIA "G. Giorgi" in via F. Rismondo.

L’attività è nata dalle segnalazioni successive al controllo effettuato lo scorso gennaio, che aveva portato alla denuncia di un minore trovato in possesso di 23 grammi di hashish e 14 di marijuana. Sono stati effettuati controlli sia sugli studenti e sui loro effetti personali che all’interno di bagni e aule condivise, il tutto con l’ausilio delle unità cinofile. I primi controlli, effettuati nei confronti di quattro studenti, hanno avuto esito negativo. Successivamente, le unità cinofile hanno segnalato l’effettiva presenza di droga all’interno dei locali del bagno, dove sono stati rinvenuti quasi 2 grammi di hashish, poi sequestrati a carico di ignoti.

Al termine delle attività scolastiche, i controlli sono stati estesi ai giardini pubblici di via Alto San Nazaro, ai bastioni e alla stazione ferroviaria. All’interno dei giardini, i poliziotti hanno rinvenuto circa 38 grammi di marijuana in prossimità di un cespuglio. Il monitoraggio del fenomeno della detenzione e dello spaccio di sostanze stupefacenti all’interno degli istituti, proseguirà fino alla chiusura dell’anno scolastico con servizi già programmati dal questore di Verona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vivevano alle spalle della coppia e facevano prostituire la donna: arrestati

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

Torna su
VeronaSera è in caricamento