Spariti da casa e rintracciati dalla polizia ferroviaria di Verona cinque minorenni

I giovanissimi sono stati rintracciati tra le stazioni di Verona e Legnago

Polizia in stazione Porta Nuova a Verona

Nel corso della quotidiana attività preventiva di controllo del territorio svolta nell’ultima settimana, gli agenti della polizia di Stato del Settore Operativo di Verona Porta Nuova e del Posto Polfer di Legnago, riferiscono di aver rintracciato cinque minorenni. Gli adolescenti, che, secondo quanto riferito dalla questura, si sarebbero allontanati da casa mentendo ai genitori, sarebbero poi stati rintracciati in quattro diverse occasioni nelle stazioni di Verona Porta Nuova, Verona Porta Vescovo e Legnago. I ragazzini sarebbero poi stati prontamente riaffidati alle rispettive famiglie.

In un caso, in particolare, gli agenti spiegano di aver aiutato la madre a convincere la figlia, al telefono, a fare rientro a casa, monitorando costantemente, con discrezione, il tragitto di ritorno della giovane. Tre dei ragazzini ritrovati sono stati fonte, invece, di un’ulteriore preoccupazione per i genitori: due quattordicenni, infatti, secondo quanto riferito dalla questura, pur inconsapevoli del rischio corso sarebbero stati multati per essere stati trovati in un’area estremamente pericolosa, dove non è consentito il libero accesso ai viaggiatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 Un altro giovane, di poco più grande, il quale secondo la polizia sarebber stato intenzionato a salire sul treno senza biglietto, avrebbe tentato di scappare dagli agenti che volevano identificarlo ed avrebbe anche reagito nei loro confronti con atteggiamento aggressivo, sferrando calci e pugni. Proprio per questo, gli agenti spiegano di aver informato di ciò, oltre ai genitori, anche l’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Ristorante veronese: "Chiuso.. fino a sepoltura del nostro amatissimo Giuseppe Conte"

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Regioni contro il Dpcm, la lettera: «Chiusura ristoranti alle 23, cinema e palestre aperti»

  • Nuovo Dpcm, c'è la firma del premier Conte: stop servizio al tavolo nei locali dalle ore 18

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento