Si tuffa in acqua per fare un bagno nel lago a Peschiera e gli rubano lo zaino coi soldi

Dopo la segnalazione da parte della giovane vittima, la polizia ferroviaria ha poi fermato e denunciato in stazione a Peschiera del Garda un ragazzo ritenuto responsabile del furto

Polizia in stazione a Peschiera del Garda

In coincidenza del periodo turistico estivo, l’intensificazione dei servizi di prevenzione presso la stazione di Peschiera del Garda da parte della polizia ferroviaria, ha portato alla denuncia a piede libero di un ragazzo per furto aggravato. Secondo quanto riferito dalla questura di Verona, gli agenti della polfer avrebbero infatti fermato un ragazzo ventenne di origine nordafricana, residente nel Bresciano e sospettato di essere l'autore di un precedente furto.

Secondo la ricostruzione dei fatti fornita dagli agenti, il giovane prima di giungere in stazione avrebbe infatti sottratto uno zaino lasciato incustodito sulla spiaggia "ai Pioppi" di Peschiera del Garda, appartenente ad un coetaneo originario del Senegal. Questi sarebbe infatti stato intento a fare un bagno nel lago e, nel frattempo, si sarebbe consumato il furto. La vittima, poco dopo essersi accorto della sparizione del proprio zaino, avrebbe quindi segnalato la cosa agli agenti, spiegando di nutrire alcuni sospetti circa un gruppo di giovani che si sarebbe allontanato dalla spiaggia proprio mentre lui era in acqua, fornendo anche la descrizione in particolare di uno di loro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La polizia ferroviaria avrebbe così riconosciuto il presunto autore del furto in stazione mentre si apprestava a salire in treno, accompagnandolo poi presso gli uffici del Posto di Polizia Ferroviaria. Qui, secondo ciò che riporta una nota della questura scaligera, il ragazzo avrebbe inizialmente negato di aver commesso il furto, ma infine si sarebbe assunto le proprie responsabilità e avrebbe anche restituito una parte della refurtiva alla vittima. A non essere stati riconsegnati sarebbero però stati i soldi presenti in origine nello zaino rubato, poiché il contante sarebbe stato ceduto in precedenza dal ragazzo fermato ad un altro giovane del gruppetto presente in spiaggia, il quale non è però stato al momento ancora individuato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • Coronavirus: a Verona segnalati +20 casi in 24 ore e crescono gli attuali positivi in Veneto

  • Rischio temporali in Veneto anche sul Garda e in Lessinia: l'allerta della protezione civile

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • Si è spento il veronese Alberto Bauli, re del Pandoro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento