Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Trasporto pubblico, lamentele e proteste. La replica del dg Stefano Zaninelli

In questi giorni dopo l'entrata in vigore dell'orario invernale degli autobus Atv, sono numerosissime le lamentele e le proteste che gli utenti stanno manifestando. Per lunedì prossimo dovrebbero essere previsti dei miglioramenti e nel frattempo Zaninelli ha risposto alle critiche

La notizia che il nuovo orario invernale degli autobud di Atv non piaccia a molti, è facile carpirla nell'aria non appena si sale su uno dei mezzi pubblici cittadini o extraurbani. Le lamentele sono infinite e il centralino dell'azineda veronese in questi giorni dev'essre davvero rovente: la gente protesta contro l'assiepapamenteo indiscriminato all'interno dei bus sovraffollati, contro le linee che sono state ridotte, contro i ritardi che impediscono di arrivare in orario a scuola, al lavoro prima, e poi di ritornare in tempi decenti alle proprie abitazioni a fine giornata. Insomma una bella gatta da pelare per Atv.

L'azienda tuttavia, per mezzo del suo direttore generale Stefano Zaninelli, ha deciso di replicare alla massa di lamentele provenienti da tutte le parti in questi giorni. E lo ha fatto presentando anzitutto una serie di numeri: chilometri percorsi dai bus nel Veronese sono aumentati negli ultimi due anni di circa 1 milione e 300mila. In secondo luogo i mezzi stesi sono di più, a fronte di 10 nuovi autobus che si sono recentemente aggiunti ai già 650 esistenti.

In buona sostanza secondo Zaninelli a Verona le risorse impiegate nel trasporto pubblico sono sempre maggiori, così come si evince chiaramente dalle sue parole riferite dall'Arena: "A Verona il servizio cresce, mentre quasi dappertutto altrove viene tagliato. Trovo difficile capire le lamentele, quando, solo per fare un esempio, da quest'anno, per la prima volta, Villafranca e Legnago dispongono di autobus verso la città ogni mezz'ora anziché ogni ora, e San Giovanni Lupatoto può contare su una linea in più, la 22, che l'anno scorso non c'era. Nel complesso, la nuova organizzazione ci permette di trasportare ogni giorno 180mila persone su una rete di oltre quattromila chilometri, con tutte le complessità che ne derivano. Certo, di segnalazioni e richieste ai nostri uffici in questi giorni ne arrivano molte. Ma è necessario distinguere tra diverse tipologie. Per le situazioni di affollamento nelle ore di punta stiamo già intervenendo gradualmente con servizi di supporto, dove possibile. Ulteriori interventi arriveranno da lunedì prossimo. Una delle cause è l'aumento, quest'anno, degli studenti nella fascia scolare delle superiori, che va attentamente analizzato per non mettere in campo interventi a pioggia, bensì mirati alle reali esigenze". 

Mentre per quanto riguarda i ritardi lamentati da molti utenti, in questo caso il direttore generale di Atv pare manifestare la propria impotenza, così come emerge dalle sue parole riportate dall'Arena: "Su quelli l'Atv può ben poco, legati come sono alle problematiche del traffico. L'azienda programma le corse su un tempo di percorrenza medio, poiché, se ci si riferisse ai tempi di maggiore traffico, si genererebbero passaggi anticipati dalle fermate o soste illogiche lungo il percorso. Chiaro che ogni cittadino vorrebbe un trasporto 'su misura'. Ma un servizio pubblico deve invece mettere d'accordo le esigenze di mobilità di tutti. In ogni caso, le richieste vanno indirizzate agli Enti proprietari, Comune e Provincia, ai quali l'azienda è sottoposta attraverso il contratto di servizio. Agli utenti chiedo alcune settimane di pazienza per il fisiologico assestamento dell'orario, come accade ogni anno. Infine deve essere chiaro che le nostre risorse non sono infinite. C'è un limite fisiologico oltre cui un'azienda non può aumentare parco mezzi e personale per fronteggiare i picchi di domanda nelle ore di punta. D'altra parte, proprio per questo Verona si sta dotando di un mezzo di trasporto di massa come il filobus, in grado di sostenere carichi elevati sulle direttrici portanti della rete".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico, lamentele e proteste. La replica del dg Stefano Zaninelli

VeronaSera è in caricamento