Lotta dura ai pirati della strada: grazie alle telecamere 7 rintracciati in 20 giorni

Fuggire dopo un incidente è un atto ignobile e soprattutto punibile severamente. Ma grazie alle telecamere di videosorveglianza sparse un po' su tutte le strade, i controlli della polizia sono sempre più efficaci e spesso gli autori dell'illecito vengono rintracciati

Se da un lato sono in deciso aumento i conducenti che provocano un incidente stradale e poi fuggono (oppure che si rifiutano di fornire i propri dati alla controparte danneggiata), dall’altro la Polizia Stradale incrementa l’assistenza ai cittadini con il talvolta decisivo contributo delle telecamere di video sorveglianza presenti ormai su molte arterie del veronese. I

Negli ultimi venti giorni, infatti, i poliziotti hanno identificato 7 conducenti; ecco descritti i loro profili: tamponamento tra auto con un conducente 35 enne veronese ferito (prognosi 15 gg.) avvenuto in centro a Verona. Il pirata era un 23 enne di nazionalità albanese che è stato identificato grazie alla prontezza di riflessi del ferito il quale rilevava parte della targa, poi ricostruita definitivamente dagli agenti. Il pirata, senza fissa dimora e con pregiudizi di polizia, non ha voluto rilasciare dichiarazioni sulla fuga.

Un altro episodio riguarda un'utovettura che aveva colpito un'auto in sosta nel parcheggio di un supermercato di Verona e la responsabile, una conducente 86 enne italiana, non si era fermata ma era comunque stata immortalata dalle telecamere di video sorveglianza. L’anziana pensionata si dichiarerà desolata e completamente assalita dai sensi di colpa.

Ulteriore episodio di auto che a Verona fuggiva dopo aver colpito un’autovettura in sosta; in questo secondo caso un testimone annotava la targa consentendo ai poliziotti di rintracciare il conducente 39 enne rumeno che si era dato dileguato. Quest’ultimo, di professione camionista, dichiarerà di non essersi accorto di nulla.

Ancora, un'auto contromano in rotatoria a Bussolengo (VR) feriva un motociclista 50 enne veronese procurandogli lesioni per 10 gg. di prognosi. La pirata della strada di nazionalità slovacca, dipendente di una ditta di pulizie, si costituirà il giorno successivo ai Carabinieri. Sconosciute le ragioni del gesto.  Un'altra autovettura ometteva la precedenza all’incrocio ad un motociclista 35enne veronese con 10 gg di prognosi. Il pirata in questo caso era un 68 enne veronese con nipotino a bordo che si dichiarerà dispiaciuto per l’inspiegabile comportamento. Ad incastrarlo lo stesso motociclista e le telecamere di controllo del traffico.

Tamponamento a Verona tra autovetture con una conducente 35 enne ghanese disoccupata che, dopo essersi fermata e accertata la disabilità dell’anziano veronese tamponato (ma non ferito), risaliva in auto dileguandosi. L’automobilista è stata rintracciata tramite la ricostruzione della targa fornita in modo parziale dal danneggiato e da informazioni presenti nelle banche dati delle Forze di polizia. E in conclusione un ennesimo episodio di auto che danneggia altra vettura in sosta all’interno di un supermercato di Verona e poi fugge. La conducente 42 enne libanese rimarrà incastrata dalle telecamere di videosorveglianza di un’area di parcheggio adiacente all’esercizio commerciale.

Insomma fuggire dopo un incidente stradale, oltre al gesto abbietto in sè, non paga, anzi, con l’avvento delle telecamere (come nel caso in foto) e con la collaborazione dei testimoni, la Polizia Stradale spesso identifica i pirati della strada. Si ricorda che l’articolo 189 del codice stradale prevede che nel caso di omissione di soccorso alla persona ferita, la pena sia la reclusione da 1 a 3 anni con la sospensione della patente fino ad un massimo di 5 anni; inoltre chi fugge dopo un incidente con feriti può essere arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 21 al 23 febbraio 2020

  • Aveva un tumore al collo, neonata operata durante il parto a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento