rotate-mobile
Cronaca

Licenziato da Air Italy, pilota veronese di 38 anni si toglie la vita

«Era un giovane pilota dalle qualità umane e professionali eccezionali, uno dei 1.329 dipendenti Air Italy licenziati dagli arabi. Si è tolto la vita nelle scorse ore. Anche per Francesco, il dramma del licenziamento e l’incertezza lavorativa, hanno superato la gioia di vivere»

«Tutta la Confael esprime profondo cordoglio per la scomparsa del giovane pilota, Francesco Fasolo, stringendosi nel dolore attorno ai familiari». Inizia così il comunicato della Confederazione Autonoma Europea dei Lavoratori, che dà il triste annuncio della scomparsa del pilota veronese avvenuta venerdì. 
Il 38enne ha compiuto il gesto estremo in Sardegna, nella zona di Olbia: «Era un giovane pilota dalle qualità umane e professionali eccezionali, uno dei 1.329 dipendenti Air Italy licenziati dagli arabi. Si è tolto la vita nelle scorse ore. Anche per Francesco, il dramma del licenziamento e l’incertezza lavorativa, hanno superato la gioia di vivere».

Mario Clemente, Segretario del Trasporto aereo del sindacato e collega di Francesco, ha aggiunto: «Porteremo avanti la vertenza Air Italy fino a quando avremo fiato in gola ed inchiostro per scrivere. Ci sono stati e continuano ad esserci troppi morti sul campo e questo non è accettabile. Ci stringiamo attorno alla moglie e al suo dolore per manifestarle tutta la nostra vicinanza in questa prova della vita così dura e difficile da superare». 

«A due anni dalla dichiarazione di liquidazione di Air Italy, Ap, Cobas, USB vogliono ricordare come per tutto questo tempo si è lasciato che gli azionisti si dileguassero, rifuggendo la responsabilità di aver cancellato 1322 posti di lavoro, senza contare tutti quelli già dispersi negli oltre 10 anni di vertenza». Commentano con rabbia i sindacati che poi proseguono: «Responsabilità oggi tutta in capo alla politica ed al Governo che continua a far finta che il problema, sistemico e aziendale, non esista. Ap, Cobas, USB continueranno a proporre e chiedere soluzioni al governo partendo dall'apertura del tavolo interministeriale non ancora convocato».

Parole di Cordoglio sono state espresse anche da Croce Bianca Verona: «Il presidente, il consiglio direttivo e tutto il personale di Croce Bianca Verona si uniscono al cordoglio della moglie e dei familiari per la prematura scomparsa dell'amico e volontario Francesco Fasolo. Francesco era da poco entrato nella nostra famiglia come volontario, avremo sempre il ricordo del suo sorriso e della sua disponibilità verso il prossimo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Licenziato da Air Italy, pilota veronese di 38 anni si toglie la vita

VeronaSera è in caricamento