Cronaca Montecchia di Crosara

Pietro Maso sarà un uomo libero da lunedì. Il magistrato: "Ha scontato la sua pena"

Il ragazzo che il 17 aprile del 1991 uccise entrambi i suoi genitori per appropriarsi dell'eredità, esce definitivamente dal carcere a 41 anni. Il magistrato di sorveglianza: Mi stupiscoche ci siano ancora polemiche quando un condannato per un fatto comunque atroce ha scontato la sua pena e torna in libertà"

Pietro Maso tornerà ad essere un uomo libero da lunedì 15 aprile a 41 anni. 

L'uomo, allora ragazzo, che il 17 aprile 1991 uccise i propri genitori a Montecchia di Crosara per intascare la propria parte di eredità, ha scontato la propria pena e, come spiega il magistrato di sorveglianza Roberta Cossia, sarà "un cittadino come tutti gli altri e così dovrà essere considerato". Il magistrato poi prosegue: "Mi stupisco che ci siano ancora polemiche quando un condannato per un fatto comunque atroce ha scontato la sua pena e torna in libertà. Il motivo per il quale ciò suscita un certo fastidio sta nell’istinto vendicativo, umano, per cui non viene tollerato che ci sia un fine pena".

Il riferimento è a tutte le polemiche nate in seguito allo sconto di pena ricevuto, argomento sul quale si era espresso proprio il sindaco di Montecchia di Crosara. 

Di prossima uscita anche il suo libro, intitolato "Il male ero io", dove Maso parla della sua vita, di come è camabiata dopo quel giorno e di come lui stesso è cambiato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pietro Maso sarà un uomo libero da lunedì. Il magistrato: "Ha scontato la sua pena"

VeronaSera è in caricamento