Piazza Indipendenza, presentato il progetto di riqualificazione: verrà recintata

I lavori, che avranno un costo complessivo pari a circa 350 mila euro, prenderanno il via entro ottobre, a seguito degli adempimenti amministrativi di approvazione formale del progetto da parte della Giunta e delle operazioni di gara per l’affidamento dei lavori

Il Sindaco Flavio Tosi e l’assessore ai Giardini Luigi Pisa hanno presentato il progetto di riqualificazione riguardante Piazza Indipendenza. Presente Cinzia Mariano della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le provincie di Verona, Rovigo e Vicenza.
I lavori, che avranno un costo complessivo pari a circa 350 mila euro, prenderanno il via entro il mese di ottobre, a seguito degli adempimenti amministrativi di approvazione formale del progetto da parte della Giunta e delle operazioni di gara per l’affidamento dei lavori.

“Preso atto che i sindaci hanno dei poteri molto limitati rispetto alle cattive frequentazioni e ai cattivi comportamenti e dopo i numerosi sforzi fatti attraverso la Polizia municipale e le altre Forze dell’Ordine per cercare di ridare dignità e decoro a questo luogo storico – ha detto il Sindaco Tosi – d’accordo con la Soprintendenza abbiamo optato per la soluzione esposta in questo progetto, che prevede di recintare il compendio e di chiuderlo nelle ore serali, in modo tale che non sia più utilizzato scorrettamente da chi si comporta in maniera a dir poco ineducata”.

“Una soluzione – ha aggiunto l’assessore Pisa – molto attesa e fortemente voluta soprattutto dei residenti, da tempo esasperati da situazioni di degrado in questo luogo, che andrà a vantaggio di tutti i cittadini veronesi e dei turisti”.

L’intera piazza sarà infatti delimitata da una recinzione metallica, di altezza massima di 1.50 metri, e dotata di cancelli pedonali; l’apertura avverrà ad orari prestabiliti e durante la notte lo spazio sarà inaccessibile; sarà inoltre installato un impianto di videosorveglianza collegato agli organi di vigilanza.
Sono previsti inoltre interventi di riqualificazione della pavimentazione, che resterà in ghiaino come richiesto dalla Soprintendenza e che attualmente è dissestata vista l’antica realizzazione ed i pochi interventi di ripristino effettuati. Il progetto ha inoltre ripreso l’idea di orto botanico che la piazza Indipendenza aveva nel passato, cercando nello stesso modo di ricucire lo spazio con il contesto, in particolare con piazza Viviani ma anche con la vicina piazzetta Navona.

Il progetto prevede la suddivisione di piazza Indipendenza in due macro aree: la parte più formale, con accesso da piazza Viviani e più vicina ai Palazzi Scaligeri, organizzata con aiuole verdi di forma più geometrica contornate in pietra bianca della Lessinia, e la rimanente parte che richiama invece le caratteristiche di orto botanico. L’intervento tiene in massimo rispetto le essenze arboree e arbustive esistenti.
Gli spazi saranno dotati di elementi semplici di arredo urbano come cestini e panchine metalliche, e sarà dotato di nuovo impianto di illuminazione, in linea con la tipologia esistente nelle vie limitrofe.

Lo spazio verso via Nizza sarà organizzato in modo da richiamare l’orto botanico che era preesistente, con la piantumazione di essenze arbustive autoctone. In tale area si prevede la realizzazione di vialetti pedonali sempre in ghiaino, di larghezza pari a 2 metri. Le aiuole piantumate e l’area a prato saranno dotate di un impianto di irrigazione centralizzato.

Piazza Indipendenza verrà collegata attraverso un percorso pedonale a piazzetta Navona e quindi con le vie di maggior flusso turistico. Tale percorso, che sarà realizzato in pietra bianca della Lessinia è costituito dall’allargamento del marciapiedi davanti al Palazzo “Ex Poste”, che consentirà un collegamento funzionale e visivo tra le piazze.

indipendenza_1_copia-2

lato_poste_2016-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento