Cronaca Borgo Trento / Porta San Giorgio, 6

Riqualificazione lungadige San Giorgio, ecco le nuove piante dopo la rimozione

Erano 21 le piante giudicate "malate e pericolanti" rimosse dal Comune in lungadige San Giorgio. Sono 27 i nuovi alberi piantati nella stessa zona. Soddisfatto il sindaco Tosi: "La soluzione adottata è molto equilibrata"

Il Sindaco Flavio Tosi e l’assessore ai Giardini Luigi Pisa hanno preso parte questa mattina al sopralluogo di Agsm per l’inizio dei lavori di piantumazione di 27 nuove piante di leccio in lungadige San Giorgio. Presenti il presidente di Agsm Fabio Venturi e di Amia Andrea Miglioranzi.

Il programma dell’intervento, che segue la rimozione di 21 piante malate e pericolanti, è stato redatto da Amia con l’approvazione della Commissione paesaggistica del Comune e il via libera dal Corpo Forestale e dalla Soprintendenza. Le piante messe a dimora hanno una età di circa 12 anni ed una circonferenza di fusto di 25-30 centimetri.

“Questo intervento rientra nella riqualificazione complessiva di lungadige San Giorgio – ha detto Tosi – un luogo molto frequentato sia dalla cittadinanza che dai turisti per la sua meravigliosa vista sulla città. La soluzione adottata è molto equilibrata perché da una parte mantiene i posti auto precedenti ma dall’altra aumenta il numero delle piante presenti. Le aziende della città Agsm ed Amia hanno dimostrato ancora una volta di saper lavorare per una città migliore”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riqualificazione lungadige San Giorgio, ecco le nuove piante dopo la rimozione

VeronaSera è in caricamento