Cronaca Gazzo Veronese / Località Canove

Nuova piantagione di marijuana scoperta nella Bassa ma degli "agricoltori" non c'è traccia

Le piante questa volta erano "solo" 35, ben nascoste in località Canove, nel comune di Gazzo Veronese, da una fitta vegetazione lungo i binari della ferrovia Modena-Brennero

Poco dopo la scoperta dei carabinieri di Minerbe di 91 piante di Marijuana trovate nell'orto di una casa di Legnago, i militari del Norm coadiuvati da quelli di Gazzo hanno rinvenuto un'altra piantagione nelle campagne del paese.
Nascosto da una fitta vegetazione, questo vivaio illecito è stato scoperto lungo i binari della ferrovia Modena-Brennero, in località Canove all'interno del comune di Gazzo Veronese. Le piante, giudicate peraltro di ottima qualità, erano oramai prossime alla maturazione e quindi al raccolto: la fase successiva sarebbe stata l'essicazione, prima di essere poi gettate sul mercato degli stupefacenti. 
La piantagione è stata scoperta dagli uomini del luogotenente Mauro Tenani, coordinati dal capitano Lucio De Angelis, nel mese di agosto ma, nonostante i numerosi appostamenti messi in atto dai carabinieri, questi coltivatori provetti non sono mai stati trovati: sul posto c'erano fertilizzanti, attrezzi agricoli e secchi, ma dei proprietari nessuna traccia. Forse hanno intuito di essere stati scoperti e, piuttosto che rischiare l'arresto, hanno preferito abbandonare ciò che avevano fatto crescere con il sudore della fronte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova piantagione di marijuana scoperta nella Bassa ma degli "agricoltori" non c'è traccia

VeronaSera è in caricamento