Trovato morto in un campo a Villafranca: aggredito un testimone

Sarebbe stato aggredito a Torino uno degli ultimi testimoni ad aver visto vivo "Peter Happy", il 22enne nigeriano morto nel 2017, i cui resti furono trovati in un campo a Villafranca

Le indagini dei carabinieri a Villafranca

Si arricchisce di un nuovo capitolo la vicenda che riguarda il nigeriano "Peter Happy", scomparso nell'agosto di due anni fa a Villafranca, i cui resti furono trovati casualmente da un agricoltore in un campo. Di lì partirono le indagini dei carabinieri che portarono ad indentificare i resti umani rinvenuti, con il cadavere del 22enne nigeriano. "Peter Happy" abitava nel Mantovano e pare talvolta capitasse di passaggio anche nel territorio veronese, dove sarebbe stato visto alcune volte chiedere l'elemosina fuori dai supermercati.

Lo scorso 4 luglio all'aeroporto di Malpensa venne arrestato quello che gli investigatori ritengono essere il presunto responsabile dell'omicidio del 22enne nigeriano. Si tratterebbe di un altro cittadino nigeriano di 31 anni. Circa a metà del mese di luglio, secondo quanto riferisce il quotidiano L'Arena, a Torino si sarebbe verificata un'aggressione ai danni di un ragazzo ventenne. Quest'ultimo sarebbe stato uno dei testimoni ascoltati dai carabinieri nelle fasi successive al ritrovamento dei resti umani del povero "Peter Happy" nel campo a Villafranca. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ipotesi degli inquirenti sarebbe dunque quella che tale aggressione torinese, avrebbe forse avuto l'intenzione d'intimidire il testimone, il quale sarebbe probabilmente stata l'ultima persona a vedere "Peter Happy" ancora in vita. La morte di quest'ultimo, secondo le accuse, sarebbe stata originata dalla volontà di vendicare una supposta relazione amorosa che il fratello di "Peter Happy" avrebbe avuto con la fidanzata del 31enne nigeriano ad oggi accusato del delitto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Ancora un violento temporale e forte vento nella notte su Verona e provincia

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento