Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Piazzale Cesare Betteloni

Primi casi di coronavirus rilevati a Peschiera del Garda, il sindaco: «Restate a casa»

Orietta Gaiulli: «Anche il nostro stupendo paese è stato ferito da alcuni casi di contagio»

Il municipio di Peschiera del Garda

«Cari Arilicensi, in data odierna, mi è stato comunicato che anche a Peschiera sono stati riscontrati alcuni casi di contagio da coronavirus». Ad annunciarlo pubblicamente è stato il sindaco di Peschiera del Garda Orietta Gaiulli.

Il primo cittadino di Peschiera ha quindi spiegato: «In questi giorni, insieme ai pochi dipendenti che hanno scelto di rimanere al lavoro, ho predisposto un piano di intervento per sensibilizzare la popolazione a rimanere a casa; è stato istituito un servizio di assistenza domiciliare consistente nel recapito a domicilio di generi alimentari e medicinali; sono stati svolti controlli sul territorio a persone e mezzi e, grazie alla Protezione Civile, è stato istituito un servizio di informazione mediante audio dispositivo su tutto il territorio. Ora la situazione è più grave, perché anche il nostro stupendo paese è stato ferito da alcuni casi di contagio».

«Alle famiglie contagiate dico di rispettare le imposizioni che sono state loro fornite dal servizio sanitario nazionale, di contattare il Comune per qualsiasi necessità di competenza dello stesso, e di credere che tutto si risolverà per il meglio. A voi tutti cittadini - ha poi aggiunto il sindaco Orietta Gaiulli - raccomando di rispettare la semplice regola di rimanere a casa. Come ho già detto poco sopra, siamo stati feriti. Anche Peschiera ha subìto, seppur quasi per ultima, questo grave contagio al quale si può rimediare solo rimanendo a casa. Io rimango qui, in Comune, al mio posto, e da qui lavoro per tenere il territorio sotto controllo e per far rispettare le regole imposte da questo grave periodo. Con me rimangono alcuni dipendenti, ai quali vanno tutta la mia stima e apprezzamento, che proseguono nel loro lavoro e che consentono all'Istituzione comunale di poter proseguire, seppure a ritmo rallentato. Voi, cari cittadini, rimanete a casa. Solo questo dovete fare per difendere la vostra famiglia, il nostro Paese e la nostra Nazione. Rimanete a casa. Noi ci siamo. Io ci sono». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primi casi di coronavirus rilevati a Peschiera del Garda, il sindaco: «Restate a casa»

VeronaSera è in caricamento