menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il messaggio Whatsapp inviato dal consigliere comunale di Peschiera del Garda Luca Righetti allo stesso artigiano transessuale (ph Facebook Avv. Cathy La Torre)

Il messaggio Whatsapp inviato dal consigliere comunale di Peschiera del Garda Luca Righetti allo stesso artigiano transessuale (ph Facebook Avv. Cathy La Torre)

Peschiera, il caso del trans insultato. Pink: "Si agisca sul piano culturale"

Il circolo che da tempo si batte per i diritti di GLBTQE chiede all'amministrazione di proporre un corso di formazione sulla non discriminazione in base all'orientamento sessuale e all'identità di genere

Solidarietà per Alessio e un consiglio all'amministrazione comunale di Peschiera del Garda: proporre un corso di formazione sulla non discriminazione in base all'orientamento sessuale e all'identità di genere. "Le dimissioni non servono a nulla, qui si deve agire sul piano culturale". Questo è il cuore del commento del Circolo Pink sul caso di Alessio, un artigiano trans che pare sia stato escluso da un mercatino a Peschiera. Il caso è emerso a causa di un messaggio inviato via Whatsapp dal consigliere con delega al commercio di Peschiera del Garda Luca Righetti. Il messaggio non era indirizzato ad Alessio, ma proprio a lui è stato inviato per sbaglio da Righetti. Sul testo si legge "Questo è un trans di merda che vuole fare il mercatino". A quel punto, Alessio si è rivolto ad un avvocato e ora pare che il consigliere Righetti non potrà cavarsela con delle semplici scuse. Scuse arrivate comunque a nome di tutta l'amministrazione comunale da parte del sindaco Gaiulli.

"Perché mai una persona trans non può lavorare e in questo caso partecipare a dei mercatini? Quale legge lo impedisce? - si chiede il Circolo Pink, associazione che da tempo si batte per i diritti di GLBTQE - Nessuna, se non quella della non conoscenza, della discriminazione, della percezione negativa che molti hanno delle persone transessuali, in questo caso è un amministratore comunale. Ecco la gravità. Oltre al fatto in sé fortemente discriminatorio con un messaggio che alimenta l'avversione che si ha nei confronti del diverso, l'aggravante è proprio il ruolo di Luca Righetti. Un amministratore dovrebbe essere estraneo a simili atteggiamenti, proprio perché amministratore, tirato in ballo per una questione lavorativa dovrebbe essere a disposizione dei cittadini e delle cittadine al di là dei propri orientamenti sessuali, politici e religiosi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento