menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della rapina

Un momento della rapina

Peschiera, in carcere i responsabili della rapina alla sala slot Las Vegas

Il colpo era stato messo a segno lo scorso 11 giugno. La banda era composta da due ragazzi e una ragazza del milanese ed è stata scoperta grazie alle indagini dei carabinieri

Dopo la brillante operazione che ha portato all'arresto di tutti i responsabili della rapina di capodanno a Villa dei Cedri, i carabinieri di Peschiera del Garda hanno eseguito l'arresto anche della banda che ha compiuto la rapina alla sala slot Las Vegas lo scorso 11 giugno. La banda era composta da tre soggetti, due ragazzi e una ragazza del milanese, ora detenuti nel carcere di San Vittore. Le loro iniziali sono H.S., classe '92 da sempre in Italia ma originario del Bangladesh, M.A., classe 1996, mentre la ragazza è C.C., classe 1994.

La rapina è stata compiuta dai due ragazzi che poco prima delle 10 dell'11 giugno sono arrivati alla sala slot con uno scooter rubato a Desenzano. Indossando caschi e guanti sono entrati nell'esercizio e hanno portato via i soldi dalla cassa e dal cambiamonete per un bottino di quasi 7.500 euro. I due erano armati di taglierino e taser con cui hanno minacciato la cassiera e una sua amica presente nella sala d'ingresso della sala slot. Una volta presi i soldi i due sono scappati in direzione Brescia.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Peschiera che non potendo contare sulle impronte digitali si sono concentrati sul veicolo dei rapinatori e sulle immagini della videosorveglianza. La targa dello scooter non era leggibile, però dal modello e dalle caratteristiche i carabinieri sono riusciti ad identificarlo perché tempo prima ne era stato denunciato il furto a Desenzano. Che lo scooter fosse proprio quello, i carabinieri lo hanno capito dal particolare casco, che il legittimo proprietario aveva descritto e che uno dei due rapinatori ha indossato durante la rapina. Quello scooter è stato poi ritrovato a Rovato, nel bresciano, dove molto probabilmente ad attendere i due rapinatori c'era la terza complice con la macchina.

È stata proprio la macchina a tradire i rapinatori che prima del colpo erano passati nella sala slot per un ultimo sopralluogo proprio con la macchina utilizzata poi come staffetta. L'auto è risultata essere in uso di H.S., ragazzo già noto alle forze dell'ordine e anche ai carabinieri di Peschiera, perché ha fatto parte della banda che aveva compiuto la rapina a Villa dei Cedri.

Gli arresti sono stati eseguiti lunedì scorso, 23 ottobre, e nei domicili dei tre arrestati sono stati ritrovati altri oggetti usati durante la rapina, come il borsone che i rapinatori hanno riempito con il bottino prima di scappare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento