Pescatore sportivo in apnea nel lago di Garda non riemerge: morto a 41 anni

Il corpo senza vita dell’esperto apneista ritrovato su un fondale di 23 metri

Guardia costiera sul lago di Garda - immagine d'archivio

Secondo quanto riferito dalla guardia costiera del lago di Garda, erano da poco passate le ore 16 di sabato quando alla sala operativa è gunta una chiamata, con la quale la moglie del sig. S.M. di 41 anni e residente nella provincia di Bergamo segnalava la mancata riemersione del marito. Quest'ultimo si sarebbe infatti immerso in apnea per effettuare una battuta di pesca sportiva, nelle acque antistanti il litorale del Comune di Toscolano Maderno.

Vista la situazione, la sala operativa della guardia costiera di Salò che coordina le ricerche di superficie sul lago di Garda, ha inviato in zona il "GC 058 A" e richiesto contestualmente l’intervento dei sommozzatori dei vigili del fuoco di Brescia e tramite la prefettura, l’attivazione dei sommozzatori dei volontari del Garda. In zona è stata dirottata anche una seconda motovedetta della guardia costiera, che, una volta giunta in area, ha provveduto a trasferire sia la moglie del malcapitato che i tre figli presso il camping di Manerba da dove erano partiti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intorno alle ore 17.30, i sommozzatori dei volontari del Garda avrebbero infine ritrovato il corpo senza vita dell’esperto apneista su un fondale di 23 metri vicino alla costa e, una volta recuperato a bordo, lo avrebbero così trasferito scortati dal "GC 058 A" presso il porto di Barbarano del Comune di Salò, dove sono intrvenuti anche i vigili del fuoco. La sala operativa della guardia costiera ha richiesto al 118 l’invio di un’automedica che, giunta presso il porto, ha constatato il decesso del pescatore sportivo. La salma è stata poi trasferita presso l’obitorio dell’ospedale di Brescia, dove ieri mattina sono stati esclusi traumi che potessero ricondurre ad urti od altro, il che lascerebbe presumere l'insorgere di un ipotretico malore in fase di apnea all'origine della disgrazia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

  • Innamorata di un ragazzo, genitori non approvano e la tengono chiusa in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento