Cronaca Via Gemma Lia Grizzi dal Fiume

Scatta la perquisizione. Gli trovano cavi di rame, termosifoni e furgone rubati

L'operazione dei carabinieri è partita alle 9.30 del mattino in casa di un pregiudicato residente a Menà di Castagnaro, che da qualche tempo veniva tenuto d'occhio dagli investigatori

Dopo averlo arrestato qualche tempo fa per il possesso di una pistola e 35 chili di tabacchi lavorati, lo hanno tenuto d'occhio pensando che potesse avere altre armi da nascondere. Così i carabinieri della stazione di Castagnaro e il Norm di Legnago, coordinati dal maresciallo Massimo Previtali e dal luogotenente Mauro Tenani, nella mattina di lunedì hanno eseguito una perquisizione d'iniziativa nella sua abitazione di via Gemma Lia Grizzi dal Fiume, a Menà, intorno alle 9.30 del mattino. 
Però in casa di N.P., classe 1957, non era presente la refurtiva cercata dai militari, che in compenso ne hanno trovata altra, di tipologia diversa, nel capannone adiacente. Al suo interno infatti era presente un Iveco Daily, che risultava rubato a Fiorano Modenese tra il 10 e l'11 settembre, e un ragazzo del 1997, N.A., che stava lavorando alcuni cavi di rame e termosifoni: si trattava di circa 5 quintali di "oro rosso" e 12 radiatori in ghisa, ma nel magazzino erano presenti anche altri materiali metallici. I militari allora hanno sequestrato veicolo e merce, per un valore complessivo di circa 25mila euro, e portato in caserma i due. La denuncia a piede libero è scattata per entrambi e per una terza persona che è stata vista allontanarsi all'arrivo dei carabinieri, e sulla quale verranno svolti degli accertamenti. 

Il furgone verrà restituito nei prossimi giorni al legittimo proprietario, mentre le forze dell'ordine stanno cercando di risalire a chi possa appartenere il materiale e i termosifoni recuperati. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scatta la perquisizione. Gli trovano cavi di rame, termosifoni e furgone rubati

VeronaSera è in caricamento