Permessi di soggiorno falsi, decine di arresti

Sgominata banda che forniva documenti a indiani e pakistani tra Verona, Brescia e Bergamo

Permessi di soggiorno falsi, decine di arresti
Perquisizioni e arresti, da parte della Guardia di Finanza, sono in corso di esecuzione in Veneto e Lombardia  nell’ambito di un’operazione che mira a smantellare un’organizzazione che forniva falsi permessi di soggiorno agli immigrati. Le ipotesi di associazione per delinquere di carattere transnazionale e altre di falso sono quelle che, al momento, vedono coinvolte decine di persone nelle province di Verona, Brescia e Bergamo.

L’operazione è coordinata dalla Guardia di Finanza di Verona, e vede impegnati oltre 100 militari, provenienti anche dai reparti delle fiamme gialle delle province di Brescia e Bergamo. L’organizzazione criminale, secondo le risultanze d’indagine, produceva documenti falsi per far ottenere permessi di soggiorno stagionali - della durata di sei mesi - a extracomunitari di nazionalità indiana, pakistana e marocchina poi impiegati nel settore agricolo. Le indagini sono dirette dal sostituto procuratore di Verona, Paolo Sachar.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

Torna su
VeronaSera è in caricamento