Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Montorio / Via Castel Montorio

Patrimonio e concessioni, sopralluoghi e nuova linea dell'assessore Neri

Edi Maria Neri sta visitando i diversi siti comunali affidati alle associazioni: "Le concessioni prevedono obblighi e vincoli che vanno rispettati, salvo la revoca"

Continuano gli incontri e i sopralluoghi dell'assessore al patrimonio di Verona Edi Maria Neri nei siti comunali affidati alle diverse associazioni. Lo scopo di questi controlli è quello di avere una fotografia reale sulle condizioni di questi luoghi. In questo modo l'amministrazione può rendersi conto dei problemi, ma anche valutare il modo in cui il patrimonio è stato gestito e ascoltare le proposte per eventuali valorizzazioni.

L'ultimo sopralluogo che ho fatto è quello a Montorio, al castello e al Forte John, ripetutamente imbrattato e oggetto di atti vandalici - ha raccontato l'assessore Neri - Una violenza gratuita che danneggia luoghi storici e bellissimi, patrimonio di tutti i cittadini, creando un danno a tutta la collettività. Diamo la precedenza alle segnalazioni e alle richieste di intervento che arrivano direttamente dai cittadini e faremo in modo che tali episodi non si ripetano più, con azioni mirate da realizzare in sinergia con l'assessorato alla sicurezza.

Ma sono già stati tanti i siti visitati dall'assessore e tanti ancora sono quelli da controllare.

Ho trovato situazioni bellissime, in cui i luoghi sono tenuti molto bene, valorizzati e fruibili dai cittadini - ha aggiunto Neri - ma anche situazioni in cui il bene immobiliare è trascurato se non addirittura in stato di abbandono, per colpa purtroppo di inadempienze agli obblighi di concessione. È vero che alcuni, in particolare quelli dotati di ampi spazi esterni, richiedono una cura costante se non quotidiana che l'amministrazione non è in grado garantire, ma è anche vero che le concessioni prevedono obblighi e vincoli che vanno rispettati, salvo la revoca.

Questa dunque la nuova linea imposta dall'assessore scelto tra le fila di Verona Pulita. Magari meno alienazioni del patrimonio pubblico, ma nuove collaborazioni e un controllo più puntuale sulle concessioni, con revoche per chi non rispetta gli accordi e non tutela l'immobile pubblico avuto in gestione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patrimonio e concessioni, sopralluoghi e nuova linea dell'assessore Neri
VeronaSera è in caricamento