Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Roma / Via San Giacomo

Un controllo lo smaschera: patente e identità sono false, il pregiudicato finisce in carcere

Fermati per una normale verifica dei documenti, sono stati portati tutti e cinque in caserma: la patente di uno di loro infatti ha insospettito i carabinieri, che con con un controllo più approfondito hanno portato alla luce la verità

È stato fermato per un normale controllo assieme a quattro connazionali, tutti provenienti dal nord ovest europeo. Durante le verifiche dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Verona emergono alcuni dubbi sulla genuinità della patente rumena di uno dei cinque, così tutto il gruppo viene accompagnato in caserma per degli accertamenti più approfonditi.

Dopo le verifiche di rito quattro su cinque vengono congedati dalla caserma mentre proseguono gli accertamenti sul documento che ha inizialmente destato dubbi e sul titolare dello stesso. Ben presto, non appena arrivano i primi riscontri dal foto segnalamento del rumeno, emergono i numerosissimi alias e le varie identità che lo stesso negli anni ha utilizzato. Anche l’analisi sullla patente, svolta da parte della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale, porta dopo poco a risultati positivi: la patente è falsa, ma assolutamente idonea a trarre in inganno, dal momento che si tratta di un falso molto ben confezionato.

Alin Bacescu Octavian, o meglio Mircea Marian Cumpanasoiu, classe ’87 e domiciliato a Torino, viene così arrestato per false attestazioni sulla propria identità ad un Pubblico Ufficiale nonché uso di atto falso. Nel corso delle indagini è emerso altresì che lo stesso non è nuovo a reati di questo tipo: sono già dieci le condanne sotto cinque generalità differenti che lo hanno colpito dal 2005 ad oggi.

Questa mattina Cumpanasoiu è comparso in direttissima per la convalida di fronte al Giudice Marzio Bruno Guidorizzi. L’arresto viene subito convalidato e vengono concessi i termini a difesa, rinviando l’udienza al 7 luglio prossimo. Nel frattempo viene disposta la custodia cautelare in carcere per il rumeno visti i numerosi precedenti specifici ed il concreto ed evidente pericolo che lo stesso commetta reati della stessa tipologia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un controllo lo smaschera: patente e identità sono false, il pregiudicato finisce in carcere

VeronaSera è in caricamento