Cronaca San Martino Buon Albergo / Via Pontoncello

Parco di Pontoncello, la passerella sull'Adige è già nel cuore dei ciclisti

A due giorni dall'apertura è stata inaugurata ufficialmente, ma sono già tanti coloro che l'hanno provata. San Martino Buon Albergo ora è collegata con la pista delle Risorgive

È aperta da soli due giorni, ma sono già stati tanti i ciclisti passati sulla nuova passerella ciclopedonale sull'Adige, all’interno del parco di Pontoncello. Oggi, 27 aprile, si è svolta l'inaugurazione ufficiale dell'opera realizzata da Enel Green Power e acquisita in comodato gratuito dai Comuni di San Martino Buon Albergo e San Giovanni Lupatoto.

La passerella collega le due sponde dell’Adige, creando un circuito ciclopedonale che dalla pista Marco Pantani, nel territorio sanmartinese, consente ai ciclisti di raggiungere Valeggio sul Mincio attraverso la pista delle Risorgive. La passerella è stata realizzata come opera di compensazione per la costruzione della minicentrale idroelettrica, che produrrà 12 milioni di chilowattora evitando emissioni in atmosfera di 6mila tonnellate di CO2 all’anno.

Insieme ai rappresentanti delle amministrazioni comunali di San Martino Buon Albergo e San Giovanni Lupatoto, sono intervenuti all'inaugurazione gli onorevoli Paolo Paternoster, Vania Valbusa, gli assessori regionali Elisa De Berti e Luca Coletto, il consigliere regionale Alessandro Montagnoli, il presidente della Provincia Antonio Pastorello, i sindaci Angelo Tosoni di Valeggio, Antonello Panuccio di Castel D'Azzano, Pierluigi Giaretta di Oppeano e Paola Conti, assessore del Comune di Zevio.

La passerella ciclopedonale sul'’Adige rappresenta per tutto il territorio un'occasione di sviluppo fondamentale - ha detto Franco De Santi, sindaco di San Martino Buon Albergo - In primo luogo da un punto di vista turistico visitazionale. Solo in questi giorni sono arrivate tantissime persone dalla provincia, l’auspicio è che possa essere un’opera attrattiva anche per chi arriva da fuori Verona e dall’estero, penso in particolare ai cicloturisti. Con la passerella, l'intero parco di Pontoncello diventa ancora più a misura di famiglie. Della passerella sono convinto potranno beneficiare tutte le attività. In futuro sarà determinante la collaborazione con gli altri Comuni attraversati dalla pista delle Risorgive, per promuovere insieme il territorio.

Il sindaco di San Giovanni Lupatoto Attilio Gastaldello ha aggiunto: "La passerella è un'opera strategica perché crea sistema tra viabilità ciclo-pedonale dell'est e dell'ovest veronese. Grazie alla passerella e alla ciclabile delle Risorgive, molti comuni della provincia sono raggiungibili da San Giovanni Lupatoto anche in bicicletta o a piedi. Ciò permetterà anche uno sviluppo ciclo-turistico. Immagino San Giovanni Lupatoto come baricentro della ciclo-pedonalità veronese e come territorio strategico per permettere ai turisti di visitare comuni ad alta vocazione turistica come Verona, i Comuni lacustri o della Lessinia. Quest’opera non è quindi un punto d'arrivo bensì una tappa importante che dà nuovo entusiasmo all'amministrazione che rappresento per continuare a progettare e a realizzare i percorsi ciclo-pedonali necessari ad una effettiva tutela dell'ambiente e della salute nel nostro Comune".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco di Pontoncello, la passerella sull'Adige è già nel cuore dei ciclisti

VeronaSera è in caricamento