Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Porto San Pancrazio / Lungadige Galtarossa, 11

Va in Questura con il passaporto falso per chiedere il permesso di soggiorno: arrestato

Il 21enne è stato scoperto dall'operatore dell'Ufficio Immigrazione, mentre un 44enne è stato portato in carcere in quanto sulla sua testa pendeva un'ordinanza di custodia cautelare per il reato di lesioni aggravate avvenuto in provincia di Torino

Sono numerosi sono i cittadini stranieri che ogni mattina si recano alla Questura di Verona per chiedere il rilascio di un permesso di soggiorno. Tra questi, mercoledì mattina, D.O. di anni 21, cittadino della Guinea, che ha inoltrato una richiesta di sanatoria sulla base del recente “decreto emersione”.
Tra i requisiti richiesti dal decreto, c’è il possesso del passaporto che D.O. ha portato con sé e consegnato al poliziotto addetto al front office dell’Ufficio Immigrazione.
Passaporto che però non ha convinto l'operatore, impegnato a verificare la documentazione attestante i requisiti richiesti dal “decreto emersione” per poter beneficiare della sanatoria, il quale ha immediatamente eseguito scrupolosi accertamenti ed attente verifiche i cui risultato non avrebbero lasciato margini di dubbio: il documento è contraffatto.
Il cittadino straniero dunque è stato subito arrestato dagli agenti dell’Ufficio Immigrazione per possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi utilizzati al fine di ottenere un permesso di soggiorno e, su disposizione del Pm di turno, è stato associato presso la propria abitazione in attesa del rito direttissimo che si è svolto nella mattinata di giovedì, all’esito del quale è stato convalidato il provvedimento.

Sempre nell’ambito degli accertamenti finalizzati al controllo del possesso dei requisiti per poter ottenere un permesso di soggiorno in base al “decreto emersione”, la settimana scorsa un uomo di origine marocchina, è stato arrestato dagli agenti dell’Ufficio Immigrazione in collaborazione con gli uomini della Squadra Mobile.
In questo caso, gli accertamenti effettuati dall’ufficio di lungadige Galtarossa hanno consentito di appurare che il richiedente aveva a suo carico un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dalla Procura di Torino per il reato di lesioni aggravate avvenuto nella provincia torinese. Immediate le conseguenti indagini del personale della catturandi della Squadra Mobile che hanno portato all’arresto dell'individuo.
Il cittadino nordafricano B.H., 44enne domiciliato nella nostra provincia, dopo le formalità di rito è stato quindi condotto presso il carcere di Montorio: la richiesta di sanatoria in suo favore era stata presentata in Prefettura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va in Questura con il passaporto falso per chiedere il permesso di soggiorno: arrestato

VeronaSera è in caricamento