menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Boom di passaporti. Oltre 150 al giorno rilasciati, ma le code restano lunghe

Nel 2017 sono stati emessi a Verona 32mila documenti, 7mila in più rispetto all'anno precedente, con l'agenda online ideata dal Ministero praticamente tutta prenotata fino a primavera inoltrata

Lunghe code e attese per ottenere il passaporto sono diventate oramai la regola, con l'agenda elettronica ideata dal Ministero intasata dalle richieste. Nel 2016 i documenti rilasciati a Verona infatti sono stati circa 25mila, contro i 32mila del 2017: un boom che non poteva non rallentare le pratiche rispetto all'anno precedente, nonostante il grande lavoro svolto dal personale di lungadige Galtarossa. 

Il Primo Dirigente della Questura di Verona, il dottor Giuseppe Schettino, ha fatto sapere che sono circa 150 i documenti rilasciati giornalmente tramite l'appuntamento preso via web, mentre sono 20 i casi "urgentissimi" che vengono presi in considerazione ogni giorno: "Per quest'ultimi - ha consigliato Schettino - è il caso che gli utenti presentino l'urgenza già alle 8 del mattino, così che possa subito essere avviata la pratica. C'è da sottolineare una cosa però: per urgenti si intendono i casi i cui la data di partenza è oramai prossima, alcuni infatti si presentano con l'urgenza di avere un mano il passaporto, quando magari andranno in viaggio 3 o 4 mesi dopo. Nel caso l'agenda fosse già completamente occupata fino alla partenza, possono comunque rivolgersi ad un funzionaro che fisserà loro un appuntamento in tempo utile.
La nostra intenzone - ha proseguito il Primo Dirigente - è quella di accontare tutti. Il passaporto infatti è un diritto del cittadino e pur di andare incontro ad alcune particolari esigenze, ne abbiamo rilasciati anche di domenica mattina. L'utente però deve presentarsi allo sportello in regola per non rallentare il processo: chi ha grosse sanzioni ancora in sospeso o procedimenti penali aperti, è il caso che provveda prima a sistemare o verificare la propria situazione". 

Per ottenere il passaporto, una volta avviata la pratica, servono circa 9 giorni e per farlo possiamo quindi: prendere appuntamento online sull'apposito sito ministeriale; in caso di urgenza, presentarci allo sportello della Questura che apre alle 8 e che accoglie circa 20 casi al giorno; sempre per i casi urgenti, attendere l'arrivo del funzionario che ci fisserà un appuntamento in una data utile alle esigenze. 
Ma a cosa è dovuto questo boom? Dalla Questura fanno sapere che ad incidere sono le richieste dei "nuovi italiani", immigrati che ottengono la cittadinanza e che hanno bisogno del documento per fare ritorno al paese d'origine, magari durante le feste, e non solo. Anche la voglia (o la necessità) di spostarsi dei veronesi sembra cresciuta, al punto che in coda allo sportello sono stati accolti dal personale anche alcuni anziani, che in taluni casi non avevano alcun viaggio in programma: "Lo faccio ché non si sa mai". 

In sostanza, la Questura cercherà di soddisfare i bisogni urgenti di ottenere il documento, se invece non c'è tutta questa fretta è meglio buttarsi avanti con le pratiche, così da non trovarsi con l'acqua alla gola all'ultimo minuto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento