Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Covid, oggi la firma dell'ordinanza per il passaggio di nuove Regioni in zona bianca (c'è il Veneto)

Sono quattro le Regioni che da lunedì dovrebbero raggiungere la Sardegna, il Molise ed il Friuli Venezia-Giulia nella zona bianca

Ministro della Salute Roberto Speranza e Veneto zona bianca

Si terrà questo pomeriggio, venerdì 4 giugno, la consueta analisi settimanale dei dati epidemiologici nelle varie Regioni italiane da parte della Cabina di regia nazionale. All'esito del monitoraggio, il ministro della Salute Roberto Speranza sulla scorta dei dati firmerà la nuova ordinanza che determinerà il cambio di colore per quelle Regioni che potranno così passare da lunedì 7 giugno in fascia bianca, raggiungendo Sardegna, Molise e Friuli Venezia-Giulia nella zona con meno restrizioni e dove, anzitutto, cessa di essere valido il coprifuoco. In base alle anticipazioni sui dati del monitoraggio settimanale di oggi, dovrebbero essere quattro le Regioni a passare in zona bianca, vale a dire Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto.

Ora è ufficiale, il Veneto è in zona bianca: cala ancora l'incidenza e da lunedì stop coprifuoco

In particolare, già ieri nella conferenza stampa quotidiana il governatore della nostra Regione Luca Zaia aveva anticipato quelli che dovrebbero essere i dati epidemiologici del Veneto: indice Rt attorno al valore 0,64, tasso di occupazione dei posti letto in area medica e terapia intensiva attorno al 5% e, infine, quel che più conta, un'incidenza settimanale di positività ogni 100 mila abitanti ancora una volta inferiore ai 50 casi, più esattamente pari a 19,4. Essendo la terza settimana di fila che il dato appare sotto la soglia dirimente dei 50 casi, il Veneto potrà oggi essere classificato in zona bianca.

In generale la situazione epidemiologica in Italia sarebbe in progressivo miglioramento, così come riportato dall'Ansa che anticipa i dati del monitoraggio di oggi: l'Rt nazionale medio nazionale scenderebbe oggi a 0,68 rispetto allo 0,72 della scorsa settimana, così come in diminuzione sarebbe anche l'incidenza di positività settimanale il cui valore nazionale, secondo quanto si apprende, sarebbe arrivato a 32 casi ogni 100 mila abitanti rispetto ai 47 della scorsa settimana. Tutte le Regioni italiane e le Province autonome, inoltre, sarebbero esattamente come la scorsa settimana classificate a rischio "basso" nella bozza del monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute, in queste ore all'esame della cabina di regia. Tutte avrebbero un Rt medio inferiore a 1 e pertanto una trasmissibilità del virus compatibile con lo scenario di tipo uno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, oggi la firma dell'ordinanza per il passaggio di nuove Regioni in zona bianca (c'è il Veneto)

VeronaSera è in caricamento