Revocato il project financing, Pasetto: "Chiudere completamente l'Arsenale"

Ragioni ambientali e di sicurezza sono avanzate dall'ex consigliere comunale e membro del comitato Arsenale Subito, nato per sostenere il progetto di Italiana Costruzioni

Chiudere l'intero complesso dell'Arsenale per ragioni ambientali e di sicurezza. È questa la richiesta formulata dall'ex consigliere comunale Giorgio Pasetto, membro del comitato Arsenale Subito. Il comitato è stato creato per sostenere il project financing di Italiana Costruzioni, un progetto di riqualificazione dell'edificio storico austriaco approvato dalla precedente amministrazione e recentemente revocato dal nuovo consiglio comunale.

Pasetto ha giustificato la sua richiesta ricordando l'inquinamento dei terreni e il rischio di eventuali crolli. "La giunta ci spiegherà cosa intenderà fare nei prossimo mesi, ma forse anni, dopo aver buttato nella pattumeria un progetto innovativo - scrive Pasetto - Questa amministrazione si assumerà la responsabilità politica nei confronti dei cittadini veronesi per aver bloccato e affossato la rinascita dell'Arsenale".

Diversa invece è la posizione espressa dal M5S cittadino in consiglio comunale tramite la sua rappresentante Marta Vanzetto. La consigliera 5 Stelle aveva infatti chiesto il ritiro della revoca poi approvata dal consiglio comunale perché "l'attuale maggioranza non ha saputo individuare la via migliore per rivedere il progetto e percorrere una strada che consentisse il restauro dell'Arsenale pur mantenendolo pubblico e senza trasformarlo nell'ennesimo centro commerciale". Manca quindi una strada alternativa alla riqualificazione dell'Arsenale e mancano anche una motivazione inequivocabile che legittimi la revoca del project financing. "L'unica certezza - spiega Vanzetto - è che l'amministrazione è totalmente consapevole del rischio attuale che vi sarà una richiesta risarcitoria da parte di Italiana Costruzioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento