rotate-mobile
Cronaca

Parte il covegno per la tutela del Valpolicella

Luca Sartori: "Gi raddoppiati i numeri delle fascette di Amarone"

Un ruolo tutto nuovo per il Consorzio di tutela e una sinergia ormai collaudata con l’Azienda di certificazione.

Saranno questi gli argomenti su cui si aprirà il confronto domani venerdì 19 marzo, presso il teatro di san Pietro In Cariano, nel corso del convegno: “ Il futuro del vino della Valpolicella nelle sinergie fra Consorzio di tutela e Azienda Certificatrice”, organizzato dal Consorzio per la tutela dei vini Valpolicella.

“Il 2010 si apre con poco meno di 2,1 milioni di fascette di Amarone già consegnate fra gennaio e febbraio. Praticamente il doppio di quelle rilasciate nello stesso periodo del 2009.”- sottolinea Luca Sartori, presidente del consorzio per la tutela dei vini Valpolicella – “ un dato questo che non solo testimonia la piena entrata a regime del sistema ma, soprattutto, conferma una buona tenuta del mercato per il nostro vino, in positiva controtendenza rispetto ad quadro commerciale in generale poco entusiasmante.”

Delle novità contenute nel decreto legislativo n. 88 del 2009 che, venerdì scorso, ha passato il vaglio del Consiglio dei Ministri, ne parlerà Michele Zanardo, vicepresidente del Comitato Nazionale per la tutela dei Vini, mentre Guido Giacometti, direttore di Siquria srl, spiegherà le nuove regole per la certificazione ed il controllo dei vini Dop. Le dinamiche del mercato saranno illustrate da Fabio Piccoli, giornalista de il Corriere Vinicolo. In rappresentanza del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, interverrà la dott.ssa Marina Montedoro, dirigente dell’ufficio Ricerca e Innovazione del dicastero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte il covegno per la tutela del Valpolicella

VeronaSera è in caricamento