Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Santa Lucia e Golosine / Via Albere

Siringhe, prostitute e rifiuti a Parco Postumia: esasperati i residenti della zona

Inaugurato circa un mese fa, l'area verde di via Albere è già tornata al centro di atti vandalici e giri di prostituzione, nonostante l'impegno dei cittadini per cercare di curarla

Le continue cure dei residenti finora non hanno dato i frutti sperati, così il parco Postumia, da poco inaugurato in via Albere, resta al centro di atti vandalici e punto di riferimento per le prostitute e i loro clienti. Rifiuti, preservativi usati, i segni delle auto sul prato, persino delle siringhe sono state trovate sull'erba dove durante il giorno giocano i bambini e ora anche alcune scritte spray sono comparse sul marciapiede vicino agli orti pubblici e nel gazebo in legno sotto cui si ritrovano gli anziani della zona.
Le segnalazioni di questi episodi soni giunte al Comune più volte, con le quali si richiedeva in particolar modo di installare un recinto che blocchi l'accesso al parco durante la notte. Misura che è stata presa per via Nascimbeni, dove due cancelli gestiti dai residenti garantiscono protezione e tranquillità. 

"Abbiamo paura a camminare sul prato, per i ritrovamenti spiacevoli che ci sono stati, e non ce la sentiamo più di lasciarci giocare i nostri bambini - spiegano sulle colonne de L'Arena  i rappresentanti del Comitato degli orti, che unisce anziani e residenti che gesticono gli appezzamenti di terreno -. Di notte qui continuano losche scorribande, come al mattino dimostrano i segni delle ruote d'auto". Ora 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siringhe, prostitute e rifiuti a Parco Postumia: esasperati i residenti della zona

VeronaSera è in caricamento