menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Parcheggi online in tempo reale, installati 41 infopark

Parcheggi online in tempo reale, installati 41 infopark

Parcheggi online in tempo reale, installati 41 infopark

I nuovi pannelli luminosi indicheranno i posti disponibili nelle zone pi trafficate di Verona

Arrivano nuovi Infopark per la gestione dei parcheggi in città. Il progetto comunale del sistema di indirizzamento ai posteggi con pannelli luminosi fornirà, così, una mappatura quasi capillare dell’intera area comunale. Saranno 41 i nuovi pannelli, collegati tramite gprs e fibra ottica, che verranno installati in corrispondenza delle principali direttrici di traffico e delle circonvallazioni chiave di Verona. Nuove installazioni saranno previste in Corso Porta Nuova e nelle laterali di via Battisti e via Pagliari, in via Faccio, viale Picoli, via Basso Acquar, Torbido, Galliano in direzione Porta Palio e direzione Corso Milano, via Pancaldo, via Barana, via Bonfadio, Porta San Giorgio e Ponte Catena. Poi via degli Alpini, largo Divisione Pasubio e piazza Cittadella. L’ultimo, installato la settimana scorsa, riguarda via Montanari.

Le nuove paline e tabelle luminose vanno così ad aggiungersi al primo nucleo, licenziato dalla giunta comunale tra il 2005 e 2006, composto da cinque installazioni con cinque tabelline l’una. Con gli Infopark tutto avverrà in tempo reale: l’obbiettivo è quello di dare l’indicazione dei posti disponibili e renderlo disponibile online sul sito del Comune, dedicato alla viabilità, Veronamobile.it. Il sistema servirà soprattutto da indirizzamento, per cui sulle tabelle non verrà pubblicato il numero esatto dei posti ma quando il tasso di disponibilità scenderà sotto un certo valore, comparirà la dicitura “pieno” per evitare code e assembramenti.


“Chiunque arriva in città- precisa l’architetto Bruno Pezzuto, del coordinamento Mobilità e traffico del Comune- potrà avere la possibilità di sapere quanti e quali posti sono disponibili”. Alla realizzazione del progetto hanno contribuito per la prima volta aziende private, che hanno sostenuto circa il 70 percento del costo di implementazione del servizio, che raggiunge quote 195mila euro. Spiega l’assessore alla Mobilità Enrico Corsi: “Con Amt che gestisce i parcheggi Passalacqua, Porta Palio e città di Nimes, l’Apcoa per il parcheggio Cittadella e Rettondini e Saba, rispettivamente per San Zeno e Arena, Arsenale , Isolo, la nostra città raggiunge le vette della digitalizzazione dei parcheggi. Siamo in cima alle città italiane per la più alta copertura comunale dei posti auto disponibili. Davanti a noi, forse, c’è solo Bolzano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento