I veronesi hanno eletto Papà del Gnoco: è Enrico Zecchetto, detto Scintilla

Ha ricevuto 2.685 voti, mentre il suo sfidante Paolo Fabrello, detto El Molon, ne ha ricevuti 2.480. Le elezioni si sono svolte allegramente, tra maschere, musica, gnocchi, tortellini e vino

Enrico Zecchetto (Foto Facebook)

Continuano gli eventi che avvicinano all'edizione numero 488 del Bacanal del Gnoco e che fanno entrare i veronesi sempre di più nel clima del carnevale. Ieri, 21 gennaio, l'assaggio della festa si è avuto in piazza San Zeno dove si è svolta l'elezione del re del carnevale, Papà del Gnoco. Due erano i candidati, Enrico Zecchetto detto Scintilla e Paolo Fabrello detto El Molon.

Più di 5mila persone si sono recate ieri mattina ai seggi e nel pomeriggio sono stati resi noti i risultati dell'elezione, riportati anche da Ludovica Purgato su L'Arena: Per Enrico Zecchetto i voti sono stati 2.685, mentre per Paolo Fabrello i voti sono stati 2.480. È dunque Scintilla il nuovo Papà del Gnoco.

Le elezioni si sono svolte allegramente, tra maschere, musica, gnocchi, tortellini e vino. Contento il presidente del comitato del Bacanal Valerio Corradi che ha raccontato che il primo votante ad essersi presentato è arrivato due minuti dopo le otto, era molto anziano ma voleva assolutamente votare prima di andare a messa. Al settimo cielo Enrico Zecchetto che nel 2015 si era già candidato ma non era riuscito a farsi eleggere come Papà del Gnoco. Quest'anno, invece, il più votato è lui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

Torna su
VeronaSera è in caricamento