Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Centro storico

Fermato con 180 pacchetti di sigarette di contrabbando dalle Fiamme Gialle

Aveva con sé 18 stecche di "bionde" prive però del sigillo del monopolio di Stato, quando è stato fermato dalla guardia di finanza di Verona nei pressi del centro cittadino

La guardia di finanza con le sigarette sequestrate

Stavano svolgendo gli ormai consueti controlli utili al contenimento del virus Covid-19, quandi nei giorni scorsi gli uomini della compagnia della guardia di finanza di Verona hanno approfondito le motivazioni che giustificavano la presenza di un cittadino romeno nei pressi del centro città, a bordo della propria auto. 

Nonostante l'uomo, ai fini dei provvedimenti presi per contrastare l'emergenza sanitaria, avesse un valido motivo per spostarsi sul territorio, ovvero quello di rientrare alla propria abitazione dopo il lavoro, si sarebbe mostrato nervoso ed irrequieto alla vista delle divise. 
Circostanza che ha insospettito i Baschi verdi, i quali hanno deciso di approfondire il controllo trovando 18 stecche di sigarette, pari a 180 pacchetti, prive del sigillo del monopolio di Stato e quindi ritenute di contrabbando. Ad un cittadino residente nell'Unione Europea, è consentita infatti la detenzione per uso personale di 40 pacchetti, ovvero 4 stecche di sigarette, mentre la parte eccedente andrebbe dichiarata alla Dogana e sottoposta all'accisa sui tabacchi lavorati esteri. 
L'uomo, che alle spalle aveva già altri precedenti di polizia, è stato dunque sanzionato ai sensi dell'articolo 291 bis del testo unico delle leggi doganali (che prevede un'ammenda compresa tra i 5 mila e i 50 mila euro) e le sigarette sono state invece sequestrate. 
Nel caso in cui i tabacchi avessero superato i 10 chilogrammi di peso, sarebbe scattata anche la denuncia per il reato di contrabbando. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato con 180 pacchetti di sigarette di contrabbando dalle Fiamme Gialle

VeronaSera è in caricamento