menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ovuli contenenti sostanza stupefacente

Ovuli contenenti sostanza stupefacente

Diretto a Verona con 110 ovuli tra cocaina ed eroina nello stomaco: arrestato

La Guardia di Finanza di Trento lo ha intercettato su un autobus partito da Dusseldorf: a far comprendere ai militari che qualcosa non quadrava, sono stati i due cani Apiol e Nabuco, che hanno subito puntato l'uomo

Viaggiava a bordo di un bus proveniente da Dusseldorf e diretto a Verona, quando è stato individuato ed arrestato dalla Guardia di Finanza di Trento: il 30enne di origini nigeriane infatti aveva ingerito un chilo e mezzo di cocaina ed eroina purissime sottoforma di ovuli

L'uomo si trovava seduto nelle ultime file dell'autobus, quando ha attirato l'attenzione dei cani Apiol e Nabuco, in forza alle Fiamme Gialle trentine che, passandogli accanto, lo hanno immediatamente puntato segnalando il tutto ai militari. L'individuo finito nel mirino della cinofila è stato dunque fatto scendere, per essere identificato e controllato: si trattava di N.O., 30 anni, nigeriano, residente regolarmente in Italia, domiciliato in provincia di Roma.

Lo straniero è stato dunque perquisito, come raccontano i colleghi di TrentoToday, ma nessuna droga gli è stata trovata addosso: Apiol e Nabuco però hanno continuato a puntarlo. A quel punto, sospettando che il ragazzo potesse aver ingoiato degli ovuli, i finanzieri hanno condotto in sicurezza il giovane nigeriano all’Ospedale Santa Chiara per sottoporlo a esame radiologico.

È stata la Tac a confermare la presenza di 110 ovuli termosaldati nello stomaco di N.O., contenenti in tutto un chilo di cocaina e mezzo chilo di eroina entrambe rivelatesi essere purissime, per un valore sul mercato illegale di oltre 200mila euro.

Terminata l’espulsione naturale degli ovuli e assicuratisi che il ragazzo non avesse avuto conseguenze a seguito dell’ingestione degli stessi, la Guardia di Finanza ha arrestato il corriere e lo ha condotto in carcere, dove si trova a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento