Bussolengo, in quinta commissione rinviata ancora la decisione sull'Orlandi

Il parere dell'organo regionale è stato rimandato dopo aver ascoltato anche le tesi contrarie all'approvazione proposte dal comitato cittadino. Ma il sì della commissione sembra inevitabile

Un altro rinvio, anche se si fa sempre più forte il timore che si continui a rinviare l'inevitabile. Oggi, 23 gennaio, nuova riunione della quinta commissione della Regione Veneto. All'ordine del giorno anche le nuove schede per la dotazione ospedaliera degli ospedali di Bussolengo e Villafranca. Non si era avuto tempo di affrontare l'argomento nella seduta precedente e così si era proceduto a rinviarlo ad oggi. Nella riunione odierna è cominciata la trattazione del tema, ma ancora un parere della commissione non è stato espresso e quindi tutto è stato rinviato all'1 febbraio.

La novità in quinta commissione oggi ha riguardato l'audizione del Comitato per la Salvaguardia dell'Orlandi che è giunto a Venezia per esporre la propria contrarietà alla scheda dell'ospedale di Bussolengo. Scheda che era stata precedente approvata sia dalla maggioranza dei sindaci del distretto interessato che dalla giunta regionale veneta. E sono proprio queste approvazioni che rendono difficile l'azione dei consiglieri regionali contrari alla proposta, primo fra tutti Andrea Bassi. Proprio Bassi sulla sua pagina Facebook ha riportato il senso delle parole del presidente della commissione Fabrizio Boron: "Visto che la proposta arriva dal comitato dei sindaci e visto che ogni volta riteniamo fondamentale il loro parere, non possiamo ragionare in questo modo una volta sì e una volta no - scrive Bassi citando Boron - Questa proposta viene dai sindaci, gode del loro favore, non esce dalle linee programmatorie generali della sanità e quindi non potrà che trovare da parte nostra accoglimento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bassi parla di quella approvazione dei sindaci come di un "grande fardello che rende ancora più difficile questa nostra battaglia". E al fianco di Bassi c'è un altro consigliere regionale veronese, Giovanna Negro, che ha detto: "Non è possibile che nei palazzi regionali si giochi con il diritto alla salute e soprattutto che queste decisioni vengano calate dell'alto. La mia sarà una battaglia dura e decisa per salvare l'ospedale di Bussolengo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Ristorante veronese: "Chiuso.. fino a sepoltura del nostro amatissimo Giuseppe Conte"

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Senza patologie, 55enne morto per Covid. La moglie: «Questo mostro c'è»

  • Regioni contro il Dpcm, la lettera: «Chiusura ristoranti alle 23, cinema e palestre aperti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento