menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il ministro della Salute Roberto Speranza - immagine d'archivio

Il ministro della Salute Roberto Speranza - immagine d'archivio

Speranza firma le ordinanze: come cambia l'Italia dei colori da domenica 6 dicembre

Il Veneto resta zona gialla e anche attorno gli scenari di rischio cambiano parecchio

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato tre nuove ordinanze sulla base dei dati della Cabina di Regia (DM 30 aprile 2020) che si è tenuta ieri, venerdì 4 dicembre. Le ordinanze saranno in vigore da domenica 6 dicembre. La prima ordinanza rinnova le misure restrittive vigenti relative alla Regione Abruzzo, che resta in area rossa, e alle Regioni Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte, che restano in area arancione.

Con la seconda ordinanza le Regioni Campania, Toscana, Valle D’Aosta e la Provincia Autonoma di Bolzano passano dall’area rossa all’area arancione. Infine, la terza ordinanza dispone il passaggio delle Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria dall’area arancione a quella gialla. Il Veneto, dunque, si conferma anche per questa settimana zona gialla, vale a dire quella dove le misure previste dal Dpcm sono il meno restrittive possibile.

Complessivamente, quindi, la ripartizione delle Regioni e Province Autonome nelle aree gialla, arancione e rossa a partire da domenica 6 dicembre in Italia sarà la seguente:

  • area gialla: Emilia Romagna,  Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Provincia autonoma di Trento, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria, Veneto. 
  • area arancione: Basilicata, Calabria, Campania, Lombardia, Piemonte, Provincia Autonoma di Bolzano, Toscana, Valle d’Aosta.
  • area rossa: Abruzzo.

Italia divisa dai colori 6 dicembre 2020

L'Italia divisa dai colori dal 6 dicembre 2020
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento