Proiettili di artiglieria della II Guerra Mondiale in un campo di Pescantina

Sono due ordigni bellici rimasti inesplosi. L'area del ritrovamento è stata messa in sicurezza dai carabinieri. La bonifica sarà ad opera del personale del Genio Guastatori dell'Esercito Italiano

Gli ordigni bellici ritrovati

Ieri sera, 10 luglio, in un campo di Pescantina sono stati trovati due ordigni bellici. Sono due proiettili d'artiglieria sparati probabilmente durante la Seconda Guerra Mondiale e da allora rimasti inesplosi.

L'area del ritrovamento è stata messa in sicurezza dai carabinieri che hanno allertato la Prefettura, in attesa dell'intervento del personale del Genio Guastatori dell'Esercito Italiano che, nei prossimi giorni, procederanno alle operazioni di bonifica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

residuati bellici-2
(I due proiettili di artiglieria ritrovati)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I supermercati più convenienti? Primeggia il Triveneto, ecco quali sono a Verona

  • Elezioni in Veneto: come si vota? Dal voto disgiunto alle preferenze, tutte le informazioni

  • Steakhouse: i tre migliori di Verona

  • Elezioni del 20 e 21 settembre 2020: come si potrà votare e per cosa

  • Scontro mortale tra un'auto e una bici: deceduto sul posto il ciclista

  • Citrobacter, provvedimento disciplinare alla direttrice della microbiologia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento