Viveva a Verona l'operaio morto di caldo in un cantiere stradale friulano

Il 36enne romeno è deceduto a Rivarotta, un frazione del comune di Pasiano, in provincia di Pordenone, per un arresto cardiaco dopo una giornata di lavoro passata sotto il sole e con temperature superiori ai 30 gradi

(Foto generica di repertorio)

Risiedeva a Verona e lavorava per un'azienda di Padova il 36enne romeno morto sul lavoro ieri, 31 luglio, a Rivarotta, un frazione del comune di Pasiano, in provincia di Pordenone. L'operaio pare sia morto per un arresto cardiaco, ma la Procura friulana ha disposto l'autopsia per averne la certezza.

Il malore potrebbe essere stato causato da una lunga giornata di lavoro passata principalmente sotto il sole e con temperature superiori ai 30 gradi. L'uomo lavorava insieme a due colleghi in un cantiere stradale per la posa della fibra ottica, quando si è accasciato a terra, intorno alle 17, senza più dare segni di vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I soccorsi sono giunti sul posto tempestivamente, ma non è stato possibile per loro salvare il 36enne. Ed insieme ai soccorritori sono giunti anche i carabinieri, i quali hanno richiesto un'ispezione alla locale azienda sanitaria. Compito degli ispettori è stato quello di rilevare se tutte le norme per la sicurezza sul lavoro sono state rispettate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • Coronavirus: a Verona segnalati +20 casi in 24 ore e crescono gli attuali positivi in Veneto

  • Rischio temporali in Veneto anche sul Garda e in Lessinia: l'allerta della protezione civile

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • Si è spento il veronese Alberto Bauli, re del Pandoro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento