Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Roma / Piazzale Ludovico Antonio Scuro

Operaio precipitato dall'impalcatura al Policlinico Rossi: in condizioni gravissime

Gentjan Caco, rimasto vittima del crollo di un ponteggio, è ancora ricoverato all'ospedale di Borgo Trento. Richiesta l'autorizzazione per l'espianto degli organi

Col passare delle ore si spengono le speranze che Gentjan Caco, l'operaio rimasto vittima del crollo dell'impalcatura su cui lavorava al Policlinico Rossi, posso sopravvivere alla caduta. I medici dell'ospedale di Borgo Trento, in cui il 28enne è ricoverato, hanno contattato la famiglia per richiedere l'autorizzazione all'eventuale donazione degli organi. In caso, la moglie ha chiesto del tempo per permettere ai familiari provenienti dall'Albania di arrivare a Verona per salutare un'ultima volta il loro caro.

Nella giornata di martedì 9 giugno, l'uomo era stato dato per morto, ma l'Ospedale Maggiore ha smentito la notizia. Certamente, l'operaio versa in gravi condizioni. Nella caduta, ha subito danni irreversibili. Per motivi ancora in fase di accertamento, il camminamento su cui lavorava insieme a due colleghi ha ceduto e Caco è precipitato nel vuoto insieme alle assi di legno del ponteggio. Gli operai stavano lavorando all'ottavo piano dell'edificio in costruzione, che dovrebbe ospitare i poliambulatori del policlinico in via di ampliamento. Anche se l'ambulanza ha stabilizzato il giovane appena arrivata sul posto, l'operaio ha subito troppi traumi e troppe lesioni agli organi interni, perciò fin da subito le probabilità sono state date per nulle. Se dovesse spirare, lascerebbe oltre alla moglie un figlio di cinque mesi.

Intanto, i lavori alla piastra proseguono, dato che la scadenza è vicina, ma la parte di cantiere in cui è avvenuto l'incidente è stata chiusa. Nel frattempo, sono in corso le indagini per capire se per quanto è accaduto c'è un responsabile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operaio precipitato dall'impalcatura al Policlinico Rossi: in condizioni gravissime

VeronaSera è in caricamento