Omicidio Tomassoli, per Dalle Donne è iniziata la detenzione in carcere

È uno dei cinque ragazzi condannati per il delitto avvenuto nel maggio 2008. Lo stesso, nel 2016 aveva chiesto di scontare il prima possibile la pena, per chiudere definitivamente i suoi conti con la giustizia

Nicola Tommasoli (Foto di repertorio)

Da lunedì, 11 febbraio, Raffaele Dalle Donne è in carcere a Montorio, come lui stesso aveva chiesto nel 2016, per scontare il prima possibile la sua pena e chiudere il suo conto ancora aperto con la giustizia. Il suo avvocato difensore, Umberto De Luca, ha spiegato a L'Arena che il suo assistito dovrà scontare poco più di quattro anni. Si aspettava che un giorno alla sua pena sarebbe stata data esecuzione. E quel giorno è arrivato.

Raffaele Dalle Donne è uno dei cinque ragazzi accusati dell'omicidio di Nicola Tommasoli, avvenuto nel maggio 2008. Condannato in appello nel febbraio 2015, la sua pena era stata confermata l'anno seguente con la decisione della Corte di Cassazione. In quel grado di giudizio, era stata annullata la condanna ad altri due imputati, Guglielmo Corsi e Andrea Vesentini, i quali sono stati nuovamente giudicati e condannati dalla Corte d'Appello di Venezia.
Infine, per gli altri due condannati, Federico Perini e Nicolò Veneri, la pena di undici anni e un mese di carcere è stata già scontata. La loro buona condotta gli ha permesso di accumulare nel tempo degli sconti di pena e così il loro debito con la giustizia è stato saldato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Restauro dell'Arena: si conclude a marzo la prima fase dei lavori

  • Incidenti stradali

    Veronese di 47 anni tampona un camion e muore sull'autostrada A 31

  • Cronaca

    La denuncia: «Splendida cavità in Lessinia divenuta discarica abusiva»

  • Attualità

    A4, lavori sul ponte del Mincio: da venerdì modifiche alla viabilità

I più letti della settimana

  • "Adrian", spettacolo sospeso e polemiche. Casali: «Un fallimento, restituite il Camploy»

  • Amadou Càmara, storia di una morte indifferente nella città dell'amore

  • Il bidet si rompe e lo ferisce: trovato morto dissanguato nella sua casa

  • Storie di ordinaria follia: ordina su Internet un costume da bagno e riceve lingotti d'oro

  • Tamponamento sull'A22 vicino a Rovereto, muore manager veronese

  • Dopo la condanna e la diffida, Lyoness si difende a annuncia un ricorso

Torna su
VeronaSera è in caricamento