Rapina alla sala slot finisce nel sangue: ucciso un 60enne, criminale in fuga

Colpo e delitto si sono consumati nella tarda serata di domenica a Legnago: a trovare il corpo è stata la socia in affari e l'uomo è deceduto poco dopo il trasporto in ospedale. Partite le indagini dei carabinieri

I carabinieri di Legnago

Una rapina finita nel sangue, è costata la vita ad un 60enne di Legnago. Si tratta del titolare di una sala slot e videolottery, la "Qui Gioco" di via dei Caduti, rimasto ucciso durante un colpo che è stato messo a segno nel locale nella tarda serata di domenica 22 dicembre, mentre lui si trovava all'interno. 
Mario Piozzi, questo il nome della vittima, originario della provincia di Brescia ma che si era trasferito da tempo nella bassa veronese, è stato aggredito da un malvivente con il volto travisato ed armato di un bastone o una spranga che, dopo essersi fatto aprire la porta del retro, ha colpito violentemente il titolare al capo, provocandogli un importante trauma cranico. Il criminale si sarebbe appropriato dell'incasso di circa 3 mila euro, dopodiché sarebbe scappato facendo perdere le proprie tracce. 
A scoprire il 60enne è stata la socia in affari, che abita nello stesso stabile, la quale sarebbe entrata nella sala slot trovandolo a terra, esanime, in una pozza di sangue. La vittima è deceduta poco dopo il trasporto in ospedale, a causa delle gravi ferite riportate. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul caso stanno indagando i militari del nucleo investigativo del comando provinciale dei carabinieri di Verona, unitamente ai colleghi della compagnia di Legnago.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento