Cronaca Legnago / Viale dei Caduti

Rapina alla sala slot finisce nel sangue: ucciso un 60enne, criminale in fuga

Colpo e delitto si sono consumati nella tarda serata di domenica a Legnago: a trovare il corpo è stata la socia in affari e l'uomo è deceduto poco dopo il trasporto in ospedale. Partite le indagini dei carabinieri

Una rapina finita nel sangue, è costata la vita ad un 60enne di Legnago. Si tratta del titolare di una sala slot e videolottery, la "Qui Gioco" di via dei Caduti, rimasto ucciso durante un colpo che è stato messo a segno nel locale nella tarda serata di domenica 22 dicembre, mentre lui si trovava all'interno. 
Mario Piozzi, questo il nome della vittima, originario della provincia di Brescia ma che si era trasferito da tempo nella bassa veronese, è stato aggredito da un malvivente con il volto travisato ed armato di un bastone o una spranga che, dopo essersi fatto aprire la porta del retro, ha colpito violentemente il titolare al capo, provocandogli un importante trauma cranico. Il criminale si sarebbe appropriato dell'incasso di circa 3 mila euro, dopodiché sarebbe scappato facendo perdere le proprie tracce. 
A scoprire il 60enne è stata la socia in affari, che abita nello stesso stabile, la quale sarebbe entrata nella sala slot trovandolo a terra, esanime, in una pozza di sangue. La vittima è deceduta poco dopo il trasporto in ospedale, a causa delle gravi ferite riportate. 

Sul caso stanno indagando i militari del nucleo investigativo del comando provinciale dei carabinieri di Verona, unitamente ai colleghi della compagnia di Legnago.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina alla sala slot finisce nel sangue: ucciso un 60enne, criminale in fuga

VeronaSera è in caricamento