rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

Omicidio di Malavicina: vittima uccisa da taglio alla gola, Ris cercano arma del delitto

Eseguita all'ospedale di Borgo Trento di Verona l'autopsia sul corpo di Anna Turina, 73enne deceduta nel Mantovano. Del delitto è accusato il genero, il veronese Enrico Zenatti

Nell'ospedale di Borgo Trento di Verona è stata eseguita l'autopsia sul corpo di Anna Turina, la 73enne deceduta giovedì scorso, 9 dicembre, nella sua abitazione di Malavicina, una frazione del comune mantovano di Roverbella. Un decesso che inizialmente era sembrato conseguenza di un incidente domestico, una caduta dalle scale risultata fatale per l'anziana donna. L'autopsia, i cui risultati sono stati riportati sulla Gazzetta di Mantova, ha individuato la causa della morte in un profondo taglio alla gola. Anna Turina sarebbe dunque morta per dissanguamento.

Non è ancora certo chi sia stato a procurarle la ferita mortale, ma i sospetti sono tutti concentrati sul commerciante veronese Enrico Zenatti, 54enne genero della vittima e attualmente in carcere proprio perché accusato di omicidio. Il sospetto è che l'uomo abbia ucciso la suocera durante una lite, ferendola con delle forbici. L'arma del delitto, però, non è ancora certa. Per trovarla e per fornire ulteriori dettagli agli inquirenti, i Ris di Parma sono da oggi al lavoro sulla scena del crimine.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Malavicina: vittima uccisa da taglio alla gola, Ris cercano arma del delitto

VeronaSera è in caricamento