menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donna uccisa a Legnago nel 2009, estradato il marito ritenuto colpevole

La vittima si chiamava Aftenia Viorica Ichim ed era stata trovata lungo l'argine dell'Adige. Dopo l'omicidio, l'uomo si era dato alla fuga. Arrestato in Ucraina l'anno scorsa, ora riportato in Italia

Nella tarda mattinata di oggi, 7 dicembre, è stato arrestato all'aeroporto di Roma Fiumicino dopo essere stato estradato dall'Ucraina, il moldavo I.I., classe 1967, ritenuto responsabile dell'omicidio della moglie Aftenia Viorica Ichim avvenuto nel maggio del 2009 a Legnago. Dopo l'omicidio, l'uomo si era dato alla fuga. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere era stata firmata dal gip Paolo Scotto Di Luzio e il ricercato è stato arrestato l'anno scorso al posto di frontiera di Senkivka, in Ucraina. Ora è stata data esecuzione all'estradizione e I.I. sarà detenuto in carcere a Roma.

Solo dopo il processo e la sentenza si chiuderà la vicenda dell'omicidio di Aftenia Viorica Ichim. Il corpo della donna era stato ritrovato il 10 maggio 2009 lungo l'argine del fiume Adige, dietro l'ospedale di Legnago. La vittima era nuda e in avanzato stato di decomposizione. Impossibile procedere subito all'identificazione. Fondamentale il contributo del Labanof, il laboratorio di antropologia e ontologia forense dell'istituto di medicina legale dell'università di Milano. Partendo dal teschio della vittima, il personale specializzato ricostruì il volto della donna. Altro apporto fondamentale dal punto di vista scientifico è stato dato dai Ris di Parma. In simbiosi con le investigazioni scientifiche, sono andate avanti quelle tradizionali dei carabinieri di Legnago che hanno infine accertato che il cadavere della donna era di Aftenia Viorica Ichim.

La donna aveva raggiunto il marito che viveva a Legnago in via Don Milani e lavorava come badante. Le testimonianze raccolte dagli investigatori parlano di numerosi e pesanti screzi tra i due per presunte infedeltà. Queste testimonianze, oltre alle fonti di prova e a vari indizi hanno portato gli inquirenti a stabilre che il responsabile dell'omicidio fosse proprio I.I., da oggi in Italia per essere incarcerato e processato.

IMG-20161207-WA0010-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento