rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Uccisa e fatta a pezzi a 26 anni, Carol Maltesi aveva un figlio nel Veronese

I resti della ragazza sono stati trovati in Valcamonica, ma l'omicidio sarebbe avvenuto due mesi prima nel Milanese, dove la giovane viveva

«Charlotte era un'ottima madre, una ragazza solare ed era impossibile non volerle bene». Queste le parole rilasciate a BresciaToday da un'amica di Charlotte Angie, anche se forse nella Bassa Veronese era più nota con il suo vero nome: Carol Maltesi. Charlotte Angie era il suo nome d'arte, usato in quel mondo dell'intrattenimento per adulti dove da poco era entrata.
Ma prima di essere Charlotte Angie, la giovane era Carol Maltesi, una ragazza 26enne madre di un bimbo di 6 anni. Il piccolo erano nato da una relazione che la ragazza aveva avuto con il suo ex compagno, un giovane veronese che dal gennaio scorso ha cercato di mettersi in contatto con Carol Maltesi. Da lei, però, ha ricevuto solo risposte scritte vie telefono o attraverso i social network. Risposte scritte non dalla 26enne, perché Carol Maltesi, alias Charlotte Angie, era già stata uccisa.

La vicenda è stata raccontata nei particolari da BresciaToday perché l'indagine sull'omicidio di Carol Maltesi è partita dalla Valcamonica. A Paline di Borno, una decina di giorni fa, furono trovati i resti di una ragazza uccisa e fatta a pezzi. Grazie a dei tatuaggi, gli investigatori risalirono all'identità della vittima: Carol Maltesi, 26enne residente a Rescaldina, in provincia di Milano. E dopo una breve investigazione, il cerchio si chiuse attorno al presunto omicida.
Il delitto sarebbe avvenuto proprio a Rescaldina ed il responsabile sarebbe Davide Fontana, 43enne impiegato di banca, vicino di casa e fotografo di fiducia di Carol Maltesi. Sarebbe stato lui ad uccidere la ragazza, a gennaio, facendola poi a pezzi e nascondendo in questi mesi i resti in un congelatore. E sarebbe stato sempre lui a rispondere ai messaggi al posto della 26enne, pagando per lei anche l'affitto dell'abitazione. Infine, avrebbe messo i resti in quattro sacchi, li avrebbe caricati in macchina ed avrebbe guidando fino in Valcamonica, dove ha gettato i sacchi in un dirupo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa e fatta a pezzi a 26 anni, Carol Maltesi aveva un figlio nel Veronese

VeronaSera è in caricamento