menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio Bellucci, la sentenza definitiva: Ciccolini sconterà 30 anni di carcere

Confermata dalla Suprema Corte la pena nei confronti dell'avvocato veronese che il 9 agosto 2013 ammazzò l'ex fidanzata di 31 anni tra Pinzolo e Madonna di Campiglio

La condanna definitiva è arrivata nella tarda serata di giovedì dalla Suprema Corte: Vittorio Ciccolini dovrà scontare 30 anni di carcere per l'omicidio di Lucia Bellucci, avvenuto il 9 agosto del 2013. 

Come spiega L'Arena, è stata confermata la condanna che la Corte d’Assise d’Appello di Trento aveva emesso nel 2015, la stessa  inflitta dal gup Carlo Ancona l’8 ottobre 2014. Respinto quindi il ricorso presentato dal legale del 48enne veronese, a sua volta avvocato, basato sulla presunta incapacità di intendere e di volere del suo assistito, che sarebbe stata causata da un "disturbo ossessivo compulsivo". 

La Corte però non ha accolto l'istanza a favore dell'uomo che uccise l'ex fidanzata di 31 anni, al termine di una tribolata relazione chiusa proprio dalla vittima, in uno spiazzo tra Pinzolo e Madonna di Campiglio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento