rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Cronaca

Additato come "pederasta fan dell'omosex", ottiene il risarcimento

Un avvocato veronese, dopo avere sostenuto posizioni liberali sui temi delle unioni omosessuali, era stato calunniato dall'associazione "Famiglia e civiltà". La Cassazione ha deciso in suo favore

Un nuovo importante segnale di tolleranza e apertura mentale arriva direttamente dalla Corte di Cassazione. A quanto pare, infatti, accusare qualcuno di essere “fan dell’omosex”, arrivando persino a equiparare l'omosessualità con la pedofilia al solo scopo denigratorio, è espressione che viola il “diritto all’identità personale”. Passibile, dunque, di risarcimento.

UN CASO CITTADINO - Questa la sentenza decisa dalla Cassazione, nel convalidare un risarcimento pari a cinquemila euro a favore di un avvocato veronese, M. G. che, dopo avere sostenuto nel corso di un’assemblea consiliare a Verona, posizioni liberali e democratiche sul tema del riconoscimento delle unioni omosex a seguito della risoluzione adottata in materia dal Parlamento europeo, era stato fatto oggetto di affermazioni denigratorie da parte dell’associazione “Famiglia e civiltà” che, nel diffondere un volantino, lo aveva descritto come “filo-omosessuale”, “fan dell’omosessualismo” e come “appartenente alla Verona dei pederasti”. Immediata la denuncia dell’avvocato all’associazione per lesione del suo onore e dell’immagine e il conseguente risarcimento di cinquemila euro per la “lesione del diritto all’identità personale” da parte della Corte d’appello di Venezia (novembre 2007).

SENZA APPELLO - Inutile il ricorso dell’associazione “Famiglia e civiltà” in Cassazione. La Terza sezione civile ha respinto il ricorso e ha evidenziato che il “giudice territoriale ha ritualmente ed esaustivamente compiuto accertamento che con motivazione scevra da vizi logico-giuridici ha del tutto condivisibilmente ritenuto violato il diritto all’identità personale” dell’avvocato. Inoltre, aggiunge la Suprema Corte, il giudice del precedente grado di giudizio ha “correttamente motivato circa l’esistenza e la consistenza della lesione lamentata da M. G. con riferimento all’attività politica esercitata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Additato come "pederasta fan dell'omosex", ottiene il risarcimento

VeronaSera è in caricamento