Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Stadio / Via San Marco

Occupazione di via San Marco, aggredito un ragazzo: "Opera degli squadristi"

Il collettivo Anomala ha segnalato l'episodio in una nota diffusa agli organi di stampa: "Uscito dallo spazio occupato autogestito URLO, è stato inseguito e picchiato da due squadristi all’altezza della fermata dell’autobus di via S. Marco"

Prosegue l'occupazione degli stabili al 118 e al 120 di via San Marco da parte del collettivo "Anomala" inziata il 9 gennaio. Sulla loro pagina Facebook, gli organizzatori ringraziano coloro che hanno partecipato alle attività di questi giorni ma in una nota diffusa denunciano un grave fatto che deve ancora trovare conferma dalle forze dell'ordine. Un ragazzo infatti sarebbe stato picchiato all'altezza della vicina fermata dell'autobus da due persone, indicate come "squadristi".
Riportiamo di seguito la comunicazione del collettivo. 

Sabato sera, un ragazzo che chiameremo Nicola per questione di tutela e privacy, uscito dallo spazio occupato autogestito URLO, è stato inseguito e picchiato da due squadristi all’altezza della fermata dell’autobus di via S. Marco.
Nicola, sbalordito dal gesto, il giorno dopo si è ripresentato all’ URLO con un occhio nero impaurito per quell’aggressione lampo inaspettata della sera prima.

Questo è un fatto che denota e conferma il clima di intolleranza costruito dalle politiche repressive delle destre che negli ultimi 20 anni hanno governato questa città.
Anomala rivendica con voce ancora più forte la necessità di spazi sociali liberi e autogestiti, perché non si possono più accettare i sintomi psicologici delle città dei divieti e del decoro, che altro non fanno che produrre caratteri intolleranti e squadristi.

S.O.A URLO, a differenza, prova nelle sue pratiche quotidiane a costruire forme diverse di socialità di tolleranza e rispetto reciproco per contrastare l’alienazione capitalistica di questa società frenetica fondata sulla mercificazione delle relazioni.

NON SI ACCETTA AUTORITÀ
NON SI ACCETTA IL FASCISMO

Dalla Questura di Verona intanto fanno sapere che nessuna denuncia per questo episodio è stata inoltrata ma che ora la Digos darà il via alle verifiche del caso per appurare la veridicità del racconto ed eventualmente rintracciare i colpevoli. 

Urlo5-2Urlo6-2Urlo8-2urlo1-2urlo2-2urlo4-2urlo3-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazione di via San Marco, aggredito un ragazzo: "Opera degli squadristi"

VeronaSera è in caricamento