rotate-mobile
Cronaca

Nuovo sistema di controllo per le Ztl

Si chiama RFid e vigiler sul traffico nelle zone del centro storico

La Giunta comunale, su proposta dell’assessore alla Viabilità Enrico Corsi, ha approvato il progetto definitivo del nuovo sistema RFid (Radio Frequency Identification) per il monitoraggio del transito dei veicoli commerciali all’interno della Zona a traffico limitato.


Il nuovo sistema è stato illustrato oggi dall’assessore Corsi insieme al comandante della Polizia municipale Luigi Altamura. “Questa nuova tecnologia – ha detto Corsi – andrà a supporto del progetto City logistic del quale a breve sarà pubblicato il bando. Una volta che sarà infatti creato il centro di raccolta e recapito delle merci destinate ai negozi del centro storico, potranno accedere liberamente alla Ztl solo i veicoli a basso impatto ambientale dotati del nuovo permesso RFid. Questo consentirà di limitare il numero di corrieri in ingresso e l’ottimizzazione del trasporto delle merci, escluse quelle deperibili e di valore”. “Quando il sistema entrerà in funzione – ha spiegato Corsi – verrà assegnato un permesso di circolazione dotato di microprocessore agli autotrasportatori che entreranno in centro storico, il quale verrà letto dalle antenne che saranno posizionate ai varchi della Ztl. Così facendo sarà possibile identificare in pochi secondi il permesso rilasciato al corriere e controllare se una volta scaricate le merci i veicoli usciranno o meno dal centro storico”. “Questo sistema – ha detto Altamura - consentirà di sanzionare tutti coloro che non rispetteranno la fascia oraria dello scarico merci (dalle 6 alle 10), di decongestionare il traffico del centro storico dalle centinaia di veicoli commerciali che ogni settimana vi transitano ma anche di ridurre l’effettivo pericolo per i pedoni e l’inquinamento ambientale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo sistema di controllo per le Ztl

VeronaSera è in caricamento