menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Treni, il nuovo orario aumenta due Frecciabianca a Peschiera

Trenitalia annuncia le variazioni che entreranno in vigore dal 9 giugno: salgono a 22 i treni veloci sulla Milano-Venezia. Il Partito democratico: "Offerta inadeguata: un solo treno per Verona da Venezia"

Nuove fermate a Vicenza e Peschiera del Garda per i Frecciabianca 9703 e 9742 fra Milano e Venezia. Salgono così a 44 le fermate dei Frecciabianca a Vicenza e a 22 quella a Peschiera. Intanto Trenitalia annuncia novità con il nuovo orario: si potrà partire infatti dalla laguna di Venezia e raggiungere la costiera amalfitana in meno di sei ore. Almeno è questo il tempo stimato e che impiegheranno i due Frecciargento dal 9 giugno, per collegare Venezia e Salerno, inaugurando una nuova rotta ra le due città.

Sempre dal 9 giugno tutti i Frecciarossa, e i Frecciargento della rotta Roma-Verona, con fermata a Bologna, utilizzeranno la nuova stazione di Alta velocità sotterranea. A disposizione dei clienti, ogni mese, oltre un milione di biglietti economy e supereconomy con prezzi a partire da 9, 19 e 29 euro. Sul fronte del trasporto regionale, l’orario in vigore da domenica 9 giugno non prevede particolari variazioni. In questo caso la programmazione dell’offerta e la determinazione delle tariffe non competono a Trenitalia, come accade invece per i cosiddetti “treni a mercato”, ossia per tutte le Frecce e per alcuni Intercity, ma spettano invece, per legge, alla Regione, nella sua veste di committente dei servizi ferroviari regionali. Gli orari e le fermate dei treni che compongono la nuova offerta Trenitalia, interamente acquistabile su tutti i canali di vendita, sono consultabili su trenitalia.com.

Non tutti sono contenti delle variazioni di orario, anzi. Il Partito democratico veronese chiede più attenzione in Regione per la situazione di mobilità intra-regionale- Spiega Stefano Vallani, segretario cittadino Pd e consigliere comunale: "Tralasciamo solo per il momento l'annoso problema dell'affollamento dei treni pendolari e chiediamoci come sia possibile che in una regione turistica come la nostra il nuovo orario preveda ancora un solo rientro da Venezia verso Verona alle 20e40, con un treno che impiega circa 2 ore. E nessun Frecciabianca dopo le 21. Impossibile, per i cittadini veronesi e per i turisti che decidano di attestare Verona come città di riferimento per la propria vacanza, godersi una serata a Venezia. L'auto rimane ancora l'unica alternativa".

Vallani poi affonda il dito nella piaga: "E' grave, da parte della Regione, della Provincia e del Comune, continuare ad ignorare l'opportunità di servire la principale linea ferroviaria del Veneto con treni fino alle 24. Si pensi almeno a qualcosa al venerdì e al sabato così da dimostrare di non essere una regione di retroguardia sull'offerta turistica. Cosa ci aspetterà per il futuro? L'orario cadenzato dei treni, come ha annunciato Chisso? Ma aumenterà l'offerta? E si è pensato di potenziare i servizi al cliente della stazione di Porta Vescovo o rimarrà una stazione senza parcheggi e servizi al cliente?"

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento