Con una nuova, Zaia sostituisce l'ordinanza per la Fase 2 in Veneto

Una scelta irrituale, ma giustificata dalla volontà di introdurre un elemento di assoluta semplificazione e chiarezza per i cittadini

Luca Zaia (Foto Facebook)

In via del tutto irrituale, ed esclusivamente per introdurre un elemento di assoluta semplificazione e chiarezza, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia non ha firmato oggi, 4 maggio, un'ordinanza aggiuntiva a quella che proprio oggi è entrata in vigore per la Fase 2 dell'emergenza coronavirus. Zaia ha firmato una nuova ordinanza sostitutiva, che ne replica i contenuti, ne ricomprende tutti gli articoli e vi aggiunge le misure adottate annunciate in mattinata.

Pertanto, l'ordinanza l'ordinanza 44 del 3 maggio 2020 è da considerarsi revocata e viene sostituita da quella firmata oggi, l'ordinanza regionale numero 46 del 4 maggio 2020.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento