Rotta di nuovo la barriera antinquinamento sul Brendola, allarme per il Guà

Vigili del fuoco e volontari della protezione civile hanno dovuto calare nuovamente i galleggianti a Zimella per fermare possibili sostanze nocive che possono raggiungere il Guà dopo l'incendio alla Isello Vernici

Barriera antinquinamento dei vigili del fuoco sul Guà a Zimella (Foto di repertorio)

Come la settimana scorsa, è stato ancora il maltempo a far scattare l'allarme al confine tra le province di Verona e di Vicenza. Ieri sera, 7 luglio, si è nuovamente rotto lo sbarramento creato sul corso d'acqua Brendola per bloccare gli inquinanti finiti nel piccolo fiume dopo l'incendio scoppiato alla Isello Vernici, ditta vicentina di Brendola.
Il rischio inquinamento non riguarda, però, solo il territorio berico, perché l'acqua del Brendola finisce anche nel Guà e ancora una volta, ieri sera, vigili del fuoco e volontari della protezione civile hanno dovuto calare nell'acqua del Guà le barriere galleggianti che hanno il compito di fermare eventuali sostanze nocive presenti nel fiume.
Il superamento del precente stato di criticità, dunque, non è durato a lungo e la sindaca di Zimella Sonia Biasin si è lamentata, come riporta L'Arena, ed è pronta a creare un fronte unico con gli altri primi cittadini coinvolti per risolvere il problema una volta per tutte.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 18 al 20 ottobre 2019

  • Veronese violentata dopo una serata al Mascara, arrestato il branco

  • Col furgone tampona mezzo pesante in A22, muore giovane veronese

  • Volotea, due nuove rotte dal Catullo e l'offerta biglietti sfiora il milione

  • Una fatale distrazione potrebbe aver spezzato la vita del 27enne in A22

  • Razzismo in un B&B di Verona, il gestore si scusa: «Parole mal pesate»

Torna su
VeronaSera è in caricamento