Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vigili del fuoco in prima linea per il nubifragio: dai prosciugamenti alle persone bloccate nei sottopassi

Oltre 1.100 telefonate sono giunte al 115, mentre sono stati 139 gli interventi dei pompieri in 36 ore, a causa del maltempo che sabato si è abbattuto su alcune zone del Veronese

 

Le conseguenze del violento nubifragio che il 6 giugno ha impervesato sul territorio veronese, hanno tenuto impegnati i vigili del fuoco di Verona fino alle prime ore di lunedì. In 36 ore sono stati 139 gli interventi effettuati, soprattutti nel centro storico di Verona e a Cologna Veneta, Bussolengo, San Pietro in Cariano e Negrar. 
Grande lavoro anche per la sala operativa del comando, potenziata per l'occasione, che oltre a gestire le più di 1.100 telefonate pervenute al numero 115, ha coordinato l'attività delle squadre di Protezione Civile intervenute in supporto ai pompieri.

13 squadre dei vigili del fuoco, composte da 80 unità e 18 mezzi operativi, con le relative attrezzature, sono state chiamate in causa per dare una risposta alle numerose richieste di soccorso. Per dare rinforzo agli uomini scesi in campo, è stato richiamato il personale in turno libero e attivate squadre da Vicenza e Rovigo. 

Gli interventi più ricorrenti a cui sono stati chiamati i pompieri sono stati quelli per prosciugamento di scantinati (nel video quello di via dei Mutilati, a Verona) infiltrazioni d'acqua dal soffitto, rimozione elementi pericolanti, taglio alberi e soccorso a persone in difficoltà, oltre ad una serie di verifiche statiche condotte su varie strutture e numerosi ascensori bloccati, per mancanza di alimentazione elettrica, con persone all'interno. 

Nessuna persona fortunatamente è rimasta ferita, anche se non sono mancati momenti di tensione per le auto bloccate in alcuni sottopassi, dove sono dovute entrare in azione le squadre dei vigili del fuoco specializzate in tecniche di soccorso Speleo Alpino Fluviale, per riuscire a trarre in salvo gli occupanti. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento