Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nubifragio e grandine, Verona finisce sott'acqua. Danni anche in provincia

Un forte temporale si è abbattuto sul Veronese nella serata di sabato, causando allagamenti di strade, sottopassi e cantine, e danneggiando anche le colture nella zona della Valpolicella

 

È stata una notte decisamente impegnativa quella tra sabato e domenica per i vigili del fuoco, a causa di un forte temporale che si è abbattuto sulla città di Verona e sulle zone di Sona, Bussolengo e San Pietro in Cariano. Centinaia le chiamate giunte alla sala operativa del comando dei pompieri, che a partire dalle ore 20 del 6 giugno hanno effettuatto oltre 60 interventi di soccorso, con un'altra quindicina in coda nella mattinata del 7 e la possibilità che nel corso della giornata possano arrivare altre richieste, mentre proseguono i sopralluoghi per verificare i danni provocati dal maltempo.

Nessuna persona risulta essere rimasta ferita, ma sono stati segnalati danni ad abitazioni, colture e anche monumenti. Il video dell'articolo (fatto da Costantino Meo) mostra gli allagamenti della zona di borgo Venezia, in via Betteloni, ma i disagi per il traffico si sono verificati in tutta la città: gli automobilisti sono rimasti bloccati in diversi sottopassi, a Veronetta il nubifragio ha reso le strade impraticabili, così come a Verona Sud; stessa situazione anche a Santa Lucia e centro storico.
In via Campo Marzo due auto sono rimaste bloccate e gli occupanti sono stati recuperati dai vigili del fuoco, che hanno provvedutoanche alla rimozione dei veicoli. In Stradone Santa Lucia erano 3 le vetture bloccate nel sottopasso, con gli occupanti tratti in salvo da due squadre intervenute sul posto. Altri interventi hanno visto i pompieri impegnati nel prosciugamento di scantinati, infiltrazioni d'acqua dal soffitto, rimozione elementi pericolanti, taglio alberi e, appunto, soccorso a persone in difficoltà nei sottopassi. 
Alcuni elementi in tufo delle colonne di Palazzo Barbieri, sede del Comune di Verona, si sono distaccati a causa delle abbondanti piogge: informate le autorità, alcune delle quali erano poi presenti al sopralluogo,i vigili del fuoco hanno posizionato del nastro segnaletico sulle tre facciate interessate dai distacchi, mentre il transennamento è stato effetttuato domenica. Finita ancora sott'acqua, Porta Borsari avrebbe subito un piccolo cedimento e un pezzo sarebbe finito a terra. 
Nella zona della Valpolicella sono stati segnalati danni importanti alle colture, soprattutto ai vigneti, che saranno ora da quantificare. 

Nel corso della notte i vigili del fuoco hanno rafforzato il dispositivo di soccorso, richiamando il personale in turno libero e attivando squadre da Vicenza, Padova e Rovigo. Gli interventi andranno avanti nel corso dell'intera giornata. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento